Manzoni e I Promessi Sposi - Approfondimenti

Perpetua

Approfondimento/Riassunto su: Perpetua

PERSONAGGI DEI PROMESSI SPOSI - PERPETUA

Perpetua: analisi del personaggio

Nei Promessi Sposi Perpetua è la serva di Don Abbondio, il quale è molto affezionato alla donna. E lei, dal suo canto, lo riempie di preziosi consigli, che il parrocco però non segue in quanto spesso e volentieri non ha il coraggio di attuarli. Perpetua è molto devota a Don Abbondio e fa di tutto per aiutarlo. Dalle descrizioni del Manzoni la donna appare in tutto e per tutto una popolana, pronta a qualsiasi cosa, ma soprattutto ha un difetto grossissimo: è pettegola.
Infatti, Renzo da lei percepisce perché il curato non ha intenzione di celebrare il suo matrimonio. La sua indole chiacchierona verrà poi sfruttata da Agnese che la distrarrà la notte del matrimonio a sorpresa con le chiacchiere sul fatto che è rimasta zitella. Il Manzoni la descrive così: "sapeva ubbidire e comandare, secondo l'occasione, tollerare a tempo il brontolìo e le fantasticaggini del padrone, e fargli a tempo tollerar le proprie".
 

Perpetua: descrizione del pesonaggio dei Promessi Sposi

Perpetua ha raggiunto i 40 anni, non si è sposata e dice di aver rifiutato due pretendenti, mentre le sue amiche sostengono che nessuno è stato disposto a prendersela. Si tratta di un personaggio che diverte soprattutto per la sua spiccata spontaneità tipica del popolo. Nei confronti di Don Abbondio è poco discreta, e in genere è pronta al brontolio, poco docile e dalla fantasia sfrenata.
Messa in relazione con Don Abbondio tuttavia sembra essere più saggia, soprattutto nei dialoghi con il prete, in cui intravediamo un parlare "comaresco", incisivo, veloce, istintivo. Perpetua muore di peste a Milano. I suo nome è diventato, per antonomasia, il nome che designa la domestica di un sacerdote. 

I Promessi Sposi e Alessandro Manzoni: appunti e risorse per lo studio

Approfondisci lo studio dei Promessi Sposi con il nostro materiale gratuitamente a disposizione: