Prima Prova 2001

  • Materia: Prima Prova 2001
  • Visto: 913
  • Data: 06/05/2013
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tipologia D - tema di ordine generale

La Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo approvata il 10 dicembre 1948 dalle Nazioni Unite proclama solennemente il valore e la dignità della persona umana e sancisce al tempo stesso la inalienabilità degli universali diritti etico-civili. La storia dell'ultimo cinquantennio è tuttavia segnata da non poche violazioni di questi principi rimaste impunite. Quali a tuo avviso le ragioni? Affronta criticamente l'argomento soffermandoti anche sulla recente creazione del primo tribunale internazionale dei crimini contro l'umanità ed esprimendo la tua opinione sulla possibilità che questo neonato organismo internazionale possa rappresentare una nuova garanzia in favore di un “mondo più giusto ”.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Abstract - scaricare il file per l'appunto completo La Dichiarazione Universale dei diritti dell‟uomo fu redatta dagli Alleati dopo aver vissuto le atrocità della Seconda Guerra Mondiale, ed ha un valore etico e un‟importanza storica fondamentale. Sancisce infatti, in modo universale, i diritti degli esseri umani. La Dichiarazione è costituita da un preambolo che precisa le motivazioni della stesura, e da trenta articoli, i quali stabiliscono i concetti di libertà e uguaglianza, diritti individuali e della comunità, la libertà di pensiero, opinione, fede, coscienza, parola, i diritti economici, sociali e culturali delle persone. Nonostante ciò, negli ultimi sessant‟anni diversi sono stati i crimini contro l‟umanità, crimini di guerra, genocidi, spesso rimasti impuniti. I crimini contro l‟umanità sono le azioni violente e gli abusi contro popoli o gruppi di persone, che la morale comune e universale nata dopo la Seconda Guerra - segue nel file da scaricare

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file