Biologia

  • Materia: Biologia
  • Visto: 1814
  • Data: 20/11/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

I tessuti e gli apparati

Descrizione e caratteristiche dei tessuti e degli apparati del corpo umano.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Nel corpo umano le cellule che svolgono la stessa funzione ed hanno la stessa forma e stessa derivazione embrionale costituiscono un tessuto; i tessuti sono organizzati in organi e sistemi di organi. Un sistema è costituito da organi simili per struttura, funzioni e derivazione embrionale; l’apparato, invece, è costituito da organi differenti tra loro, ciascuno con un suo compito.

I tessuti vengono raggruppati in quattro classi:

1. tessuto epiteliale
2. tessuto connettivo
3. tessuto muscolare
4. tessuto nervoso


Tessuti epiteliali

I TESSUTI EPITELIALI sono costituiti da cellule contigue, non separate da sostanza intercellulare, di forma varia, disposte in uno o più strati. Essi sono privi di vasi sanguigni e svolgono funzioni di protezione, rivestendo sia superfici esterne che cavità interne (EPITELI DI RIVESTIMENTO) e funzioni secretive (EPITELI GHIANDOLARI).

Gli EPITELI SENSORIALI (o neuroepiteli) sono costituiti da cellule capaci di ricevere stimoli dall’ambiente e trasmetterli alle terminazioni di fibre nervose. In base alla forma delle cellule un epitelio è definito:

  • pavimentoso, se costituito da cellule appiattite (squamoso se le cellule desquamano)
  • cubico, cilindrico, se costituito rispettivamente da cellule cubiche o cilindriche

A seconda degli strati è detto:

  • monostratificato, se le cellule sono disposte in uno strato
  • pluristratificato se le cellule sono disposte su due o più strati

Negli epiteli ghiandolari, le cellule sono specializzate nella secrezione di particolari sostanze, quali sudore, saliva, latte. In una ghiandola esocrina si distinguono il dotto escretore e l’adenomero.

In base alla forma della parte secernente, le ghiandole vengono definite acinose, tubulari o tubuloacinose; in semplici o composte a seconda che il dotto è unico o ramificato. Una ghiandola endocrina, invece, è sprovvista di dotto escretore ed immette le sostanze prodotte(ormoni) direttamente nel circolo sanguigno. Le ghiandole miste, come il pancreas, sono a secrezione esterna, attraverso dotti ghiandolari e a secrezione interna.
 

Tessuti connettivi

I TESSUTI CONNETTIVI, a differenza degli epiteli, sono costituiti da cellule immerse in
un’abbondante sostanza intercellulare, da esse stesse prodotta e attraversata da fibre collagene,
elastiche e reticolari. Hanno una funzione meccanica di sostegno, come i tessuti cartilagineo e
osseo, oppure una funzione trofica, come il tessuto connettivo propriamente detto, il tessuto
adiposo, il sangue e la linfa. Le cellule del connettivo sono:

  • i fibroblasti,di forma stellata e con prolungamenti protoplasmatici
  • le cellule adipose
  • cellule che non originano dai connettivi,ma in essi migrano, quali plasmacellule e macrofagi
  • osteociti e condrociti,che sono rispettivamente cellule del tessuto osseo e cartilagineo
  • cellule mobili come i mastociti e le cellule del sangue


Tessuto muscolare

Il TESSUTO MUSCOLARE è caratterizzato dalla funzione contrattile; è costituito da cellule allungate o fibre contenenti miofibrille. Le miofibrille sono costituite da miosina e actina, cui è dovuta la proprietà contrattile. Il muscolo liscio o involontario è costituito da cellule fusiforme, contenenti un sol nucleo nella parte di maggiore spessore. Nel muscolo striato o scheletrico si susseguono caratteristiche bande chiare e scure, dovute alla disposizione ordinata delle miofibrille e sono presenti numerosi nuclei periferici. Il muscolo cardiaco è involontario e presenta caratteristiche striature.
 

Tessuto nervoso

IL TESSUTO NERVOSO è costituito dai neuroni che ricevono segnali o stimoli dall’ambiente (irritabilità), li elaborano e li trasmettono (conducibilità) ad altre cellule nervose o a cellule di tipo diverso. Inviano messaggi in risposta agli stimoli esterni ad effettori(ghiandole, muscoli). Il neurone è costituito da un corpo cellulare stellato, da prolungamenti protoplasmatici corti e spessi detti dendriti e da un unico lungo prolungamento nervoso o assone. La cellula è funzionalmente polarizzata, poiché i dendriti ricevono gli stimoli ambientali che attraverso il corpo cellulare raggiungono l’assone;questi li trasmette ad altre cellule. Vi sono neuroni sensitivi, motori e di associazione. Il tessuto nervoso è costituito anche da cellule piccole e con molti prolungamenti, che costituiscono la glia, con funzione di sostegno e trofica.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file