Diritto

  • Materia: Diritto
  • Visto: 2657
  • Data: 01/11/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Organizzazioni e associazioni per la cooperazione Europea (E.F.T.A.; O.S.C.E.; Consiglio d’Europa)

Le associazioni e organizzazioni per la cooperazione europea.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

1. L’A.E.L.S

L’Associazione europea di libero scambio (A.E.L.S., in Italia viene utilizzato l’acronimo E.F.T.A.), fu fondata il 3 maggio 1960 come alternativa per gli Stati europei che non intendevano entrare nella Comunità Economica Europea, ora Unione Europea. Ha sede a Ginevra e uffici a Bruxelles e nel Lussemburgo. La Convenzione di Stoccolma fu firmata il 4 gennaio 1960 da sette Stati:

  • Austria
  • Danimarca
  • Norvegia
  • Portogallo
  • Svezia
  • Svizzera
  • Regno Unito

L’anno successivo, la Finlandia si associò all’AELS, diventandone un membro a tutti gli effetti nel
1986. Nel 1970 entrò a farne parte l’Islanda e nel 1991 fu il turno del Liechtenstein. Tuttavia, già
nel 1972 Danimarca e Regno Unito decisero però di lasciare l’Associazione, preferendole la CEE;
lo stesso fecero il Portogallo nel 1985 e l’Austria, la Finlandia e la Svezia nel 1995 (nel frattempo la
CEE aveva preso il nome di UE – Unione europea).

L’AELS è attualmente costituita da quattro Stati, nessuno dei quali fa parte dell’UE:

  • Islanda
  • Liechtenstein
  • Norvegia
  • Svizzera

Gli Stati dell’AELS hanno stipulato specifici accordi di libero scambio con numerosi paesi nel
mondo: nel corso degli anni sono state definite relazioni con numerosi Paesi del resto dell’Europa,
ma anche con Stati americani e del bacino mediterraneo. La struttura dell’AELS è così composta:

  • Consiglio dell’AELS, che la governa
  • Segretariato AELS

Come collegamento all’Accordo SEE del 1992, furono istituiti altre due organi all’interno
dell’Organizzazione:

  • l’Autorità per la Sorveglianza
  • la Corte AELS
     

2. ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA E LA COOPERAZIONE IN EUROPA

L’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (O.S.C.E – Organization for Security and Co-operation in Europe) è un’organizzazione internazione che si propone i seguenti scopi:

  • promozione della pace
  • promozione del dialogo politico
  • promozione della giustizia e della cooperazione in Europa

Conta, attualmente, 56 Paesi membri ed è, pertanto, la più vasta organizzazione regionale per la
sicurezza. L’OSCE nasce come evoluzione della Conferenza sulla sicurezza e sulla cooperazione in Europa (CSCE). La CSCE fu convocata per la prima volta a Helsinki il 3 luglio 1973 e nacque – nel clima di tensione generato dalla “guerra fredda” – come tentativo di dialogo Est-Ovest (alla Conferenza parteciparono i rappresentanti di tutti i paesi europei, ad eccezione dell’Albania), e gli inviati degli Stati Uniti d’America e dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche.

Il Consiglio d’Europa è un’organizzazione internazionale i cui scopi sono:

  • promuovere la democrazia
  • promuovere i diritti dell’uomo
  • promuovere l’identità culturale europea
  • promuovere la ricerca di soluzioni ai problemi sociali in Europa

Il Consiglio d’Europa fu fondato il 5 maggio 1949 col Trattato di Londra e conta oggi 47 Stati
membri. La sede istituzionale è a Strasburgo in Francia. Lo strumento principale d’azione consiste
nel predisporre e favorire la stipula di accordi o convenzioni tra gli Stati membri e, spesso, anche
fra Stati terzi. Le iniziative del Consiglio d’Europa non sono vincolanti e vanno ratificate dagli Stati
membri. Il Consiglio d’Europa è un’organizzazione autonoma, distinta dall’Unione Europea, e non
va confuso con organi di quest’ultima quali il Consiglio dell’Unione europea, il Consiglio europeo
o la Commissione europea.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file