Educazione Fisica

  • Materia: Educazione Fisica
  • Visto: 546
  • Data: 02/01/2016
  • Di: Angela Ardizzone

Pallavolo: storia e regole fondamentali di gioco

Storia della pallavolo e regole fondamentali di gioco.

PALLAVOLO: STORIA E REGOLE FONDAMENTALI DI GIOCO. La pallavolo nacque nel 1895 quando un professore e direttore del college ymca,unione giovani studenti cristiani, E.F.William Morgan spiegò le caratteristiche di un nuovo gioco da lui ideato. Il primo regolamento ufficiale della pallavolo si ha nel 1916 ed in Italia il gioco fu conosciuto  e fondata la federazione nel 1946 a seguito dell’arrivo delle truppe americane durante la seconda guerra mondiale. La pallavolo viene giocata su un terreno di metri 18 x 19 e diviso in due campi quadrati da una rete alta metri 2,43 per gli uomini e metri 2,24 per le donne. A metri 3 dalla rete per ogni campo c’è la linea di attacco tracciata a terra che divide la zona di attacco da quella di difesa. Il pallone deve avere una circonferenza di 65-67 ed un peso di gr 260-270. Gli atleti devono avere maglietta e pantaloncino di colore uniforme ad eccezione della figura “ libero” che deve indossare una maglietta di colore diverso, scarpa da ginnastica e ginocchiere; le magliette sono numerata da 1 a 14. Il gioco si svolge da due squadre composte da un massimo di 12 giocatori, un allenatore e un vice; la partita viene svolta da sei giocatori in campo e gli altri sei in panchina. La palla può essere toccata con qualsiasi parte del corpo, lo scopo del gioco è quello di inviare la palla in maniera regolare sopra la rete nel campo avversario, il punto avviene quando la palla tocca il suolo; la squadra vincente ha il diritto al servizio e al momento del servizio i giocatori ruotano in senso orario di una posizione in campo. La partita termina quando vengono totalizzati 25 punti e la gara viene vinta da chi conquista 3 set su 5. Il possesso della battuta o del campo avviene tramite sorteggio all’inizio di una gara; prima della gara l’allenatore deve presentare la formazione iniziale; i giocatori in campo possono essere sostituiti con un limite di sei per ogni set, il giocatore sostituito può e uscire ed entrare una sola volta e solo al posto del giocatore da cui è stato rimpiazzato. Nel caso di infortuni subentrano le sostituzioni eccezionali. Ogni squadra può richiedere la sospensione del gioco, con un massimo di due tempi dalla durata di 30 secondi per ogni set. Le capacità che i giocatori devono avere sono forza; resistenza e velocità.

PALLAVOLO: REGOLE DI GIOCO E CARATTERISTICHE. tra gli elementi fondamentali vi sono: palleggio, difesa acrobatica, schiacciata, muro, servizio conosciuto anche come battuta e il bagher. 

  • Il palleggio: consiste in uno scambio tra due giocatori,il tocco avviene con le dita semirigide ed allargate e con i pollici vicini in modo da andare a formare un cuore rovesciato;  il pallone deve trovarsi leggermente più avanti del resto del corpo e sopra gli occhi e la fronte e le braccia devono essere semiflesse. Ci sono vari tipi di palleggio; laterale, indietro, per alzata a parabola alta, corta, tesa o lunga.
  • Il bagher : viene applicato nella ricezione, per ricevere il pallone in battuta oppure in schiacciata e per poter recuperare palloni bassi. Il pallone viene colpito con gli avambracci, le mani sono vicine poste l’una sull’altra e le gambe devono essere piegate nella stessa posizione in cui ci si siede su una sedia bassa; il resto del corpo è arretrato.
  • La schiacciata:  si esegue toccando con una sola mano e con forza la palla entro la propria linea di attacco dei tre metri.
  • Il muro: effettuato per  impedire l’avversario di schiacciare in un determinato punto, deviando così il tocco. Si esegue con un salto verticale a braccia alte  evitando il contatto con la rete con nessuna parte del corpo. Il muro può essere eseguito da due o tre giocatori.
  • La battuta: il difensore si posiziona dietro  la linea di fondo campo e colpisce la palla con una sola mano. Il giocatore dopo aver colpito la palla deve può rientrare in campo. Ci sono diversi tipi di battuta, si può eseguire da sotto ed è chiamata battuta di sicurezza, il giocatore assume una posizione a cucchiaio e colpisce il pallone nel suo punto più basso.  E la battuta tennis che può essere eseguita anche dopo una rincorsa. La battuta si esegue lanciando in alto la palla con una mano e colpendola con la mano opposta.
  • Difesa acrobatica: il salvataggio di palle difficili può essere eseguito con una tecnica particolare il tuffo. Ci sono diversi tipi di tuffo: rullato, strisciato, a pesce. Con la rullata il giocatore porta il corpo sotto la palla in modo da poterla respingere in bagher o in palleggio; la rullata può essere eseguita o sul dorso oppure sul fianco.