Età Arcaica

  • Materia: Età Arcaica
  • Visto: 296
  • Data: 01/11/2015
  • Di: Angela Ardizzone

Callino di Efeso: frammenti

Riassunto su vita e frammenti del poeta greco elegiaco Callino di Efeso

CALLINO DI EFESO: FRAMMENTI. Studia i frammenti del poeta greco Callino di Efeso: riassunto completo. Su Callino abbiamo scarse notizie biografiche, recuperabili da citazioni presenti in altri autori. Nativo di Efeso, importante città dellAsia Minore, visse intorno alla metà del VII secolo a.C., nel periodo in cui le poleis greche vennero attaccate da popolazioni barbariche (Cimmeri e Treri), le quali poi si diressero verso le ricche città ioniche della costa. Dell'opera di Callino ci rimangono 25 versi, 21 dei quali sono stati conservati in un unico frammento (fr. 1 D.) da Giovanni Stobeo e alludono proprio a questa situazione storica. Il lungo frammento è la più antica testimonianza di elegia guerriera parenetica, cioè elegia di esortazione. 
 

CALLINO, FRAMMENTO 1. Nel frammento 1 D. Callino si rivolge direttamente ai giovani della Ionia, abituati ad una vita ricca di agi e lontana dai pericoli di guerra. Il poeta cerca di risvegliare in loro l'ardore di guerra con tono deciso e sferzante: "fino a quando intendete giacere nell'inerzia? Quando, ragazzi, avrete in voi cuore valoroso?...". Dall'esortazione poi Callino passa alla descrizione di una possibile scena di guerra, in cui ognuno dei soldati dà il meglio di sé per allontanare il nemico dalla patria. Il linguaggio di Callino è molto vicino all'epos omerico, ma l'elegia è animata da uno spirito nuovo: scompaiono i grandi temi mitici e viene dato maggior risalto alla collettività e agli obblighi del cittadino alla sua patria. Il cittadino valoroso, di fronte alla minaccia dei barbari non può pensare prima a se stesso, ma alla sua famiglia e alla sua città, affrontando il pericolo e la morte. Le sue gesta saranno ricordate dal rimpianto dei suoi concittadini e non dal canto degli aedi. Nei pochi versi di Callino ritroviamo inoltre una concezione esistenziale nuova: il poeta non rifiuta i valori aristocratici tradizionali, ma li modifica allargandoli a tutti i cittadini combattenti, dando a questi valori un nuovo significato, che non è l'autoesaltazione bensì la salvezza della città. Il mito viene sostituito dalla storia, e tutti i cittadini della polis possono ricevere l'eternità del ricordo, ricompensa di una vita breve ma vissuta con assoluto civismo. 

Hai bisogno di altri riassunti o temi svolti? Iscriviti al gruppo SOS compiti: riassunti e temi svolti