Filosofia

  • Materia: Filosofia
  • Visto: 7880
  • Data: 2004
  • Di: Redazione StudentVille.it

Posidonio di Apamea

Il pensiero del Filosofo.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Abstract - scaricare il file per l´appunto completo
Posidonio di Apamea Posidonio di Apamea , città della Siria , vissuto tra il 135 e il 50 a.C. circa , studiò con Panezio ad Atene , poi istituì una propria scuola a Rodi , dove Cicerone lo visitò tra il 79 e il 77 a.C. Fu in rapporti amichevoli anche con Pompeo , l' acerrimo nemico di Cesare . L 'opera di Posidonio é caratterizzata dalla vastità dei suoi interessi enciclopedici . Viaggiò in Gallia , Spagna , Nordafrica , attento alle condizioni geografiche e di vita delle varie popolazioni , ricavandone materia per i suoi scritti di geografia , storia ed etnografia . Ma si occupò anche di questioni astronomiche , del problema della misurazione della circonferenza della terra e dei fondamenti della geografia euclidea , contro attacchi mossi alla validità di essa da parte dell' epicureo Zenone di Sidone . Questa concezione di un sapere universale era forse connessa , nel pensiero di Posidonio , alla nozione tipicamente stoica di simpatia : l' unità tra le parti del sapere non esprime altro che l' unità e la connessione tra le varie parti dell' universo . Su questa linea , egli difese anche , contrariamente a Panezio , l' astrologia e la divinazione . Anche Posidonio però manifesta libertà nei confronti di tradizioni dottrinali proprie della sua scuola : ciò appare in modo particolare nella sua critica al monismo psicologico di Crisippo . Secondo Posidonio , Crisippo non riesce a spiegare l' origine prima del vizio : come é possibile che essa dipenda dall' esercizio della stessa ragione? Né é sufficiente imputarla ad influenze esterne , al processo educativo e alla società , perchè occorrerebbe spiegare da che cosa dipende la corruzione degli educatori e della società stessa . La soluzione di Posidonio consiste in una ripresa dell' impostazione propria di un' altra tradizione filosofica , quella platonico - aristotelica . Egli ipotizza , infatti , l' esistenza di una facoltà irrazionale originaria dell' anima , alla quale possono essere imputate le passioni e l' insorgere del vizio . La terapia delle passioni potrà allora avvenire anche attraverso l' impiego di ciò che é piacevole e non razionale , in particolare della musica e della poesia , come già aveva sostenuto Platone . (segue nel file da scaricare)

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file