Filosofia del 1800

  • Materia: Filosofia del 1800
  • Visto: 5182
  • Data: 12/07/2011
  • Di: Redazione StudentVille.it

Frasi

Frasi significative.

Che le classi dominanti tremino al pensiero di una rivoluzione comunista. I proletari non hanno da perdervi altro che le proprie catene. Da guadagnare hanno un mondo. La religione è l'oppio del popolo. L'arma della critica non può sostituire la critica delle armi, la forza materiale deve essere abbattuta per mezzo della forza materiale, ma la teoria diventa, essa pure, una forza materiale, quando si impadronisce delle masse. Come non è la religione che crea l'uomo, ma è l'uomo che crea la religione, così non è la costituzione che crea il popolo, ma il popolo la costituzione. Le armi con cui la borghesia ha annientato il feudalesimo si rivoltano ora contro la borghesia stessa. Ma la borghesia non ha solo forgiato le armi che la uccidono; ha anche prodotto gli uomini che imbracceranno queste armi: i lavoratori moderni, i proletari. I filosofi hanno solo interpretato il mondo in modi diversi; si tratta però di mutarlo. Il punto di vista del vecchio materialismo ò la società  "borghese"; il punto di vista del nuovo materialismo ò la società  umana, o l'umanità  socializzata. Ciò che gli individui sono dipende dalle condizioni materiali della loro produzione. Voi inorridite perchè noi vogliamo eliminare la proprietà  privata. Ma nella vostra società  esistente la proprietà  privata ò abolita per i nove decimi dei suoi membri; anzi, essa esiste proprio in quanto non esiste per quei nove decimi. Voi ci rimproverate dunque di voler abolire una proprietà  che ha per condizione necessaria la mancanza di proprietà  per la stragrande maggioranza della società . Il proletariato deve marciare con il grande esercito democratico alla punta dell'ala sinistra, ma guardandosi bene dal rompere ogni legame con il grosso dell'esercito. Il proletariato non ha il diritto di isolarsi, ma esso deve, per quanto ciò possa sembrare duro, respingere quanto potrebbe separarlo dagli alleati. Le idee dominanti non sono altro che l'espressione ideale dei rapporti materiali dominanti, sono i rapporti materiali dominanti presi come idee: sono dunque l'espressione dei rapporti che appunto fanno di una classe la classe dominante, e dunque sono le idee del suo dominio. Il movimento proletario è il movimento autonomo della stragrande maggioranza nell'interesse della stragrande maggioranza. Il comunismo non toglie a nessuno il potere di appropriarsi dei prodotti sociali; toglie soltanto il potere di soggiogare il lavoro altrui mediante questa appropriazione. E' stato obiettato che, con la soppressione della proprietà  privata, cesserà  ogni attività  e si diffonderà  una pigrizia generale. Se così fosse, la società  borghese sarebbe da parecchio tempo andata in rovina a causa dell'indolenza, dal momento che in essa chi lavora non guadagna e chi guadagna non lavora. Non ò la coscienza che determina la vita, ma la vita che determina la coscienza.