Geometria

  • Materia: Geometria
  • Visto: 7454
  • Data: 2005
  • Di: Redazione StudentVille.it

Sezioni

Per rappresentare con chiarezza le parti interne di un oggetto si pratica in esso una sezione. Per sezione di un determinato pezzo si intende il taglio ideale pratico in corrispondenza della parte interna da porre in evidenza

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Abstract - scaricare il file per l´appunto completo
Sezioni Per rappresentare con chiarezza le parti interne di un oggetto si pratica in esso una sezione. Per sezione di un determinato pezzo si intende il taglio ideale pratico in corrispondenza della parte interna da porre in evidenza, come indica fig.10. fig.10 Il taglio può essere praticato in corrispondenza di un piano principale o di un asse di simmetria (fig.11a); se il pezzo è regolare si può limitare la sezione a solo metà prezzo (fig.11b) Se la sezione non è riferita all'asse di simmetria viene indicata come è rappresentato nella fig.12, adottando linee del tipo F fig.11a fig.11b I punti estremi del piano di sezione si contrassegnano con due lettere maiuscole eguali che devono essere trascritte vicine al disegno della sezione permettendo la sez. fig.12 E conosciuto (UNI 3971) limitare il disegno alla sola parte sezionata, nel qual caso è necessario indicare, tramite due frecce , il senso in cui è vista la sezione (fig.13) fig.13 Abbiamo detto che le sezioni si indicano con due lettere maiuscole eguali; tuttavia, per una maggiore chiarezza, si può fare uso di lettere maiuscole diverse e progressive, come è indicato nella fig.14a. Se la sezione è fatta secondo diversi piani di simmetria, è sufficiente indicare le lettere estreme. Le sezioni di metà pezzo andranno indicate ponendo le lettere distintive alle estremità della parte sezionata (fig.14b). fig.14a fig.14b Si possono rappresentare elementi di macchina sezionati solo parzialmente e la sezione è limitata da una linea di rottura tracciata a mano libera, del tipo C UNI (fig.15). fig.15 Nei pezzi a sezione costante,come possono essere i profilati, la sezione si può incorporare nella stessa vista di fronte eliminando in tal modo la vista laterale, come viene indicato nella fig.16. Recenti norme prevedono il disegno della sezione come sovrapposto alla vista sottostante, tracciato perciò con linea fine (fig.16c) fig.16afig.16b fig.16c Tratteggio delle sezioni Le sezioni, come abbiamo detto, si tratteggiano con linee fini, UNI 3968 inclinate di 45° rispetto agli assi principali od alle linee fondamentali di base (fig.17) La distanza fra le linee del tratteggio deve scegliersi tenendo conto della grandezza del disegno in relazione all'ampiezza della superficie tratteggiata. Quando due parti sono a contatto fra loro è bene usare tratteggi opposti; se sono più di due si useranno tratteggi di diversa larghezza, oppure ricorrendo a tratteggi inclinati di 30° o 60° (fig.18). Per superfici di grandi dimensioni il tratteggio può essere limitato alla zona adiacente di linea di contorno, come indica al fig.19. fig.17 fig.18 fig19 Per superfici ottenute sezionando il pezzo con i piani secanti paralleli, il tratteggio si eseguirà con la stessa inclinazione, ma a tratti sfalsati, come raffigura il disegno della fig.20. fig.20 fig.21 fig.22 Le sezioni di parti sottili, come ad esempio lamiere, ferri sagomati e tubi si eseguono completamente annerite, perché troppo sottili per potere essere tratteggiate (fig. 21). Qualora queste parti si toccassero, per distinguerle sono permessi sottili spazi bianchi che segnano l'intervallo tra i diversi elementi (fig. 22). (segue nel file da scaricare)

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file