Grammatica Spagnola

  • Materia: Grammatica Spagnola
  • Visto: 1212
  • Data: 03/09/2013
  • Di: Redazione StudentVille.it

Gli accenti

gli accenti nella lingua spagnola

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

In spagnolo esiste solo un tipo di accento, quello acuto.

REGOLE PER ACCENTARE LE PAROLE
ACCENTO GRAFICO
ESEMPI
PAROLE TRONCHE
(accento tonico su ultima sillaba)
se termina per vocale , n oppure s papà
salón
jamás
PAROLE PIANE
(accento tonico su penultima sillaba) se termina per consonante, eccetto la n e la s fácil
lápiz
carácter
PAROLE SDRUCCIOLE O BISDRUCCIOLE
(accento tonico su terzultima o quartultima sillaba)

su tutte mèdico
rústico
gramática

Tutte le possibili combinazioni di vocali seguono queste tre regole, tranne lo iato formato da una vocale debole (i-u) tonica ed una forte (a-e-o), che si accenta sempre:
día → giorno;  río→ fiume;  frío → freddo.

• I monosillabi non vanno accentati se non per distinguere omonimi:

solo    (aggettivo)                                     sólo      (avverbio)
aun     (congiunzione)                              aún      (avverbio)
mas   (congiunzione)                              más       (avverbio)
de       (preposizione)                                dé       (verbo dar)
te        (pronome)                                     tè        (sostantivo)
mi       (agg. possessivo)                           mí       (pron. complemento)
tu        (agg. possessivo)                           tú        (pron. personale soggetto)
el        (art. determinativo)                        él        (pron. personale soggetto)
se        (pron. complemento)                     sé        (verbi ser e saber)
si         (congiunzione)                               sí        (avv. E pron. complemento)
este      (agg. dimostrativo)                         éste       (pron. dimostrativo)
ese       (agg. dimostrativo)                          ése        (pron. dimostrativo)
aquel    (agg. dimostrativo)                        aquél     (pron. dimostrativo)


• Que, cual, quien, cuanto, cuando, como, donde hanno l’accento grafico quando sono interrogativi o esclamativi : ¿cuál quieres? → quale vuoi? ; ¡qué alegriá! → che allegria!

• Si mette l’accento sulla o (congiunzione) quando questa si trova fra due numeri per non confonderla con lo zero : ¿quiete 2 ó 3? → ne vuoi due o tre?

• Prendono l’accento le forme verbali che assieme ai pronomi diventano sdrucciole o bisdrucciole: dímelo → dimmelo;  cómpratelo → compratelo.

• Gli avverbi che terminano per –mente  mantengono l’accento se l’aggettivo originario ha l’accento grafico : fácil+mente = fácilmente → facilmente; inútil+mente= inútilmente → inutilmente.


• Il primo elemento di una parola composta perde l’accento, il secondo lo mantiene : décimo + séptimo = decimoséptimo →  diciassettesimo;  tío + vivo = tiovivo → carosello;  se sono separate da un trattino, lo mantengono entrambe : físico-químico→ fisico-chimico.

• Solo due parole cambiano l’accento tonico, e quindi anche quello grafico, quando sono al plurale : carácter, caracteres → carattere, caratteri;  régimen, regímenes → regime, regimi.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file