Impianti

  • Materia: Impianti
  • Visto: 223
  • Data: 03/02/2016
  • Di: Angela Ardizzone

La trasmissione del moto

Trasmissione del moto. Come avviene la trasmissione del moto nelle macchine. Energia dinamica.

LA TRASMISSIONE DEL MOTO. Classificazione secondo il rapporto di trasmissione. L’ energia meccanica prodotta dai motori, viene trasmessa ai cosiddetti organi condotti, attraverso gli organi di trasmissione. Gli organi di trasmissione si distinguono in:

Organi che non comportano variazioni del rapporto di trasmissione; essi sono gli alberi, i giunti e gli innesti.

  • Alberi. Gli alberi realizzano il collegamento tra ruote dentate, pulegge, giunti, frizioni ecc. in modo fisso o con possibilità di scorrimento assiale. A seconda della funzione gli alberi possono essere retti, telescopici, flessibili, e a gomito.
  • Giunti. I giunti collegano gli alberi in modo permanente permettendo la trasmissione del momento torcente prodotto dal motore agli organi condotti. Essi possono essere rigidi, elastici e articolati.
  • Innesti. Gli innesti  collegano gli alberi in modo da consentire il rapido scioglimento del collegamento. Possono essere innesti di forma, innesti di forza e innesti idraulici.

• Organi che comportano variazioni del rapporto di trasmissione; essi sono detti trasmissioni. Possono essere classificati secondo il tipo di rapporto di trasmissione o secondo il tipo di collegamento.

  • Trasmissioni secondo il rapporto di trasmissione. Possono essere:
    - A rapporto fisso: sono quelli che consentono un solo rapporto di trasmissione; appartengono a questa categoria i riduttori di velocità.
    - A rapporti definiti: sono quelli che consentono un numero definito di rapporti di trasmissione; appartengono a questo tipo i cambi degli autoveicoli.
    - A rapporti variabili con continuità o variatori: sono quelli che consentono di ottenere un numero illimitato di rapporti di trasmissione.
  • Trasmissioni secondo il tipo di collegamento. Possono essere:
    - Con accoppiamento di forma: sono quelle nelle quali la forma geometrica della parte motrice si adatta a quella della parte condotta; le principali sono quelle a cinghia dentata, a catena, o a ruote dentate.
    - Con accoppiamento di forza: sono quelle che realizzano la trasmissione del moto mediante l’ attrito che si genera tra due superfici premute l’ una contro l’ altra; le principali sono quelle a cinghie piatte, cilindriche o trapezoidali;

La trasmissione del moto. Classificazione secondo il tipo di moto. Le macchine motrici producono un movimento che può essere rettilineo, rettilineo alternato o rotatorio. Questo movimento viene trasmesso alle macchine operatrici in diverse maniere mediante i seguenti meccanismi: pignone-cremagliera, biella-manovella, vite senza fini-corona, manovella con vite e dado, trasmissione a camme.