Letteratura Italiana

  • Materia: Letteratura Italiana
  • Visto: 386
  • Data: 06/01/2016
  • Di: Angela Ardizzone

Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello: riassunto

Riassunto della commedia Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello.

SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE DI PIRANDELLO: RIASSUNTO DELLA COMMEDIA. Sei personaggi in cerca d'autore è la commedia più discussa di Luigi Pirandello. Si tratta di una commedia in 3 atti, rappresentata per la prima volta a Roma al teatro Valle nel 1921, suscitando violenti polemiche per l'incomprensione del pubblico, il quale si trovava per la prima volta di fronte ad un'opera nuova e provocatoria. Insieme alle altre due commedie Ciscuno a suo modo e Questa sera si recita a soggetto, forma la trilogia del "teatro nel teatro". Si tratta di un dramma da rappresentare, concepito nel suo farsi. Il dramma da rappresentare è quello di un padre sorpreso, in una casa equivoca, in intimità con la figliastra, la quale si prostituisce a causa della miseria in cui vive. E' il dramma della frantumazione e della pluralità dell'io, che appare uno ma in realtà è tanti. L'autore che ha concepito questo dramma si rifiuta di scriverlo, ma i sei personaggi ideati, il padre, la madre, il figlio di 22 anni, la figliastra di 18 anni, il giovanetto di 14 anni e la bambina di 4, girano per il mondo in cerca di un autore che faccia vivere sulla scena la loro opera. 
 

SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE: TRAMA E RIASSUNTO. I 6 personaggi arrivano in teatro mentre una compagnia si accinge a provare il secondo atto della commedia pirandelliana Il giuoco delle parti, e dalla conversazione con il capocomico si intuisce la loro storia. Il padre e la madre nei primi anni del matrimonio hanno un figlio, che viene tenuto in campagna a causa della costituzione debole della madre. A causa di ciò la madre ha rancore verso il marito, e lo tradisce con il segretario. Venuto a sapere il fatto, il padre allontana la madre e il segretario, i quali formano una nuova famiglia: la figliastra di 18 anni, il giovinetto di 14 e la bambina di 4. Il padre dapprima aiuta la nuova famiglia e spesso va a prendere a scuola la figliastra, ma poi ne perde le tracce perché la famiglia si trasferisce. Morto il segretario, la famiglia torna in città, e la madre è costretta a lavorare ccome sarta presso Madama Pace, la quale ufficialmente dirige una sartoria, in realtà gestisce una casa di appuntamenti . Il dramma scoppia quando la madre sorprende il padre tra le braccia della figliastra, ignari l'uno dell'altra. Il padre si difende, dicendo che la madre e la figliastra non hanno diritto ad insultarlo per un atto compiuto in un momento di debolezza. Ognuno di noi si crede uno, ma in realtà è tanti, dunque non può essere giudicato per una sola azione. Nel secondo atto segue la prova dell'incontro tra il padre e la figliastra nella casa di Madama Pace e la constatazione dell'impossibilità degli attori di rivivere il dramma dei personaggi nella sua verità. Il terzo atto ha come oggetto lo sdegno del figlio legittimo quando il padre decide di accogliere in casa moglie e figliastri, il dolore della madre attaccata ai figli, l'affogamento della bambina nella vasca e il suicidio del giovinetto con un colpo di pistola. Verità o finzione? Alcuni gridano verità, altri finzione: per i 6 personaggi è verità, per gli attori è finzione. Insomma, pirandellianamente, ognuno giudica a suo modo. 
 

SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE: ANALISI. Il dramma rappresenta il tentativo di Pirandello di uscire dalla frantumazione della personalità, aggrappandosi al mito dell'arte, la quale "ridarebbe all'uomo la sua identità e la sua stabilità". I sei personaggi vanno alla ricerca di un autore che riesca a fissare in un'opera d'arte la loro identità singola e la stabilizzi in eterno. Dunque, dice il critico Bortone, l'arte secondo Pirandello ridarebbe all'uomo quell'unità e quella pace che la vita gli sottrae.