Prima Prova 2002

  • Materia: Prima Prova 2002
  • Visto: 6334
  • Data: 18/12/2011
  • Di: Redazione StudentVille.it

In che modo internet ha migliorato la nostra vita?

Maturità 2002. Tipologia B – ambito tecnico-scientifico: Conoscenza, lavoro e commercio nell’era di internet. TITOLO: In che modo internet ha migliorato la nostra vita? DESTINAZIONE: rivista scientifica.

File interminabili agli sportelli, giornali ammassati per essere buttati nella spazzatura, gironzolare a vuoto fra i negozi per trovare e comprare ciò che ci interessa: tutto questo rischia di diventare un semplice ricordo. In che modo? Con il computer. Eh sì, perché l’avvento di questo straordinario “aggeggio” elettronico sta rivoluzionando ogni giorno il nostro modo di vita. Il computer è un bene di massa: tutti, nei paesi industrializzati, ne hanno uno e, di conseguenza, tutti possono usufruire degli enormi vantaggi che esso procura. Fra i tanti, quello più utilizzato è internet. Basta semplicemente avere una connessione alla rete e, rimanendo seduti in casa, si possono compiere numerose attività: mandare posta, pagare bollettini, leggere quotidiani, fare ogni tipo di ricerca, comprare oggetti… Tutto è cominciato dall’invenzione della radiotelegrafia da parte di Marconi, come affermato dal il giornalista Pace il un articolo pubblicato da La Repubblica il 12 dicembre 2001. Questo straordinario inventore fu il primo che riuscì a trasmettere le lettere fra due luoghi distanti (l’Europa e il Canada) utilizzando un filo appeso a un aquilone. Da allora lo sviluppo della comunicazione non ha conosciuto sosta: sono nati i primi telefoni, si è passati per il telefono cellulare per arrivare, infine, a questa rivoluzionaria “invenzione”, internet. Certo, questo è un mezzo che deve essere utilizzato con attenzione. Numerosi sono i pericoli che si nascondono in rete, in quanto si può venire più facilmente a contatto con truffatori e tipi poco raccomandabili. Ma un suo corretto utilizzo permette di migliorare ogni giorno la nostra vita. Si pensi al fatto che ora, grazie ad internet, è addirittura possibile trovare un lavoro. Come afferma il Supplemento a panorama del 15 novembre 2001, le aziende, piccole o grandi che siano, o i privati pubblicano on line i loro annunci. Sembra, quindi, finita l’epoca in cui ci si recava in edicola per comprare giornali che offrivano annunci di lavoro. Oggi all’utente basta solo inserire i propri dati, inviare il curriculum e, se necessario, iscriversi al sito, per rispondere all’annuncio proposto. I tempi della domanda e dell’offerta, quindi, si sono notevolmente ridotti. Basta, infatti, un semplice click e ci si ritrova catapultati nel mondo del lavoro.

In quanto bene di massa, il computer e internet costituiscono un semplice strumento accessibile a tutti: anche le persone comuni possono utilizzarlo e godere dei suoi innumerevoli benefici. Di conseguenza, come afferma Hobsbawn, in Intervista sul nuovo secolo, tutti possono prendere parte a quel meccanismo complicato che è il mercato finanziario internazionale. Le transazioni finanziarie risultano, infatti, più semplici appunto perché si utilizza il computer.

Trasmettere elettronicamente fondi non è utile solo per il vasto mondo del mercato finanziario, ma aiuta gli utenti anche nello svolgimento di attività quotidiane, quali, ad esempio, comprare oggetti di ogni tipo. Come affermato da Grando in Commercio elettronico e progettazione logistica. Una relazione sottovalutata, grazie a internet è possibile acquistare vari oggetti (cd, dvd, lavastoviglie, televisori, cellulari…) che, dopo essere stati ordinati online, ci vengono comodamente recapitati a casa.

Internet non si limita soltanto a questo. Altri sono i suoi benefici, come, ad esempio, inviare mail, leggere in tempo reale notizie provenienti da ogni parte del mondo, evitare la fila agli sportelli di banche e poste, richiedere certificati…
Com’è cambiata la nostra vita negli ultimi anni! Essa sicuramente è destinata a migliorare ancora di più grazie anche ad un uso corretto e consapevole della rete internet.

Stefania Annunziata