Prima Prova 2004

  • Materia: Prima Prova 2004
  • Visto: 29675
  • Data: 26/12/2011
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tema di ordine generale: Impegno civile e volontariato

Maturità 2004 - Tipologia D. Numerosi bisogni della società trovano oggi una risposta adeguata grazie all’impegno civile e al volontariato di persone, in particolare di giovani, che, individualmente o in forma associata e cooperativa, realizzano interventi integrativi o compensativi di quelli adottati da Enti istituzionali. Quali, secondo te, le origini e le motivazioni profonde di tali comportamenti? Affronta la questione con considerazioni suggerite dal tuo percorso di studi e dalle tue personali esperienze.

Le attività di volontariato sono gesti non retribuiti e spontanei, intrapresi per motivi anche personali e riservati, e comprendono atti di solidarietà, giustizia collettiva, altruismo. Sono rivolte a persone che si trovano in difficoltà, ma possono riguardare anche la protezione della natura, degli animali e la conservazione del patrimonio artistico e culturale. Il volontariato nasce dai liberi propositi dei cittadini di fronte a problematiche non risolte dallo Stato, e può essere prestato in modo individuale ed episodico, oppure all’interno di organizzazioni vere e proprie.
Nel nostro Paese milioni di persone offrono il loro tempo e le loro energie per aiutare gli altri, assistendo persone povere e malate, anche a livello internazionale, e lottando per la tutela dell’ambiente e degli animali.
Esistono numerose organizzazioni di volontariato in Italia, che svolgono le loro attività senza scopi di interesse, unicamente per fini di solidarietà, grazie alle prestazioni personali e gratuite dei loro componenti.
Esperienze interessanti nel campo del volontariato sono i campi di lavoro, in cui chi partecipa contribuisce alla concretizzazione di progetti utili per la società nei vari settori. Nei campi di lavoro si alternano momenti di studio, di discussioni riguardo il progetto, e attività manuali. Non sono richieste abilità specifiche, e la maggior parte dei campi di lavoro si svolgono nel periodo estivo. Esistono campi di lavoro umanitari e sociali, a favore di gente bisognosa o che si trova in una situazione di emergenza. Di solito questa attività viene svolta nei Paesi in via di sviluppo, in cui i volontari svolgono opere di supporto ed educative, ma anche ricreative. I campi di lavoro umanitario si interessano anche di opere edilizie e agricole.
I campi di lavoro ambientali invece sono destinati a proteggere e studiare piante e animali nei loro ambienti naturali, come riserve, oasi e parchi naturali; inoltre si impegnano a mantenere puliti parchi e spiagge. Famose organizzazioni come il WWF e Legambiente organizzano campi di lavoro ambientalisti.
Esistono anche campi di lavoro archeologici, dedicati al restauro di monumenti, chiese e altre strutture architettoniche, la salvaguardia del patrimonio storico, archeologico e culturale del Paese; molte volte si organizzano veri e propri scavi, e vi sono momenti di studio riguardo la storia e l’arte.
Dilagante in Italia è il fenomeno delle associazioni sociali: sono attive circa 200.000 associazioni, e il numero è in continua crescita. Si costituiscono con un atto scritto e compilano uno statuto in cui si precisano regole e operato.
In continuo aumento sono anche le cooperative sociali, progetti nati per l’interesse pubblico della comunità dei cittadini, attraverso la conduzione di servizi socio-sanitari o educativi e con lo svolgimento di attività commerciali, agricole, industriali, per inserire gente disoccupata nel mondo del lavoro.
Altre organizzazioni private sono le fondazioni, volte a tutelare attività religione, educative, sociali, culturali per migliorare la vita della comunità, utilizzando il loro patrimonio e il ricavato
delle loro opere. Le fondazioni inoltre orientano le loro attività anche verso la ricerca scientifica, l’istruzione, l’arte, conservazione dei beni ambientali, sanità.
Molta gente, in particolare i giovani, aderisce a varie organizzazioni volontarie, a seconda della sua determinata sensibilità verso un settore, che può essere la tutela dell’ambiente, degli animali, del patrimonio artistico, o l’ausilio a persone bisognose. Oltre alle associazioni più o meno ufficializzate, le attività di volontariato vengono effettuale anche in forma privata e personale: per esempio numerose sono le feste di beneficenza, destinate a raccogliere fondi per una causa specifica. Inoltre rientrano nel volontariato anche programmi televisivi destinati a raccolte benefiche e siti internet che sensibilizzano e informano la popolazione sui vari problemi che colpiscono l’umanità, ma anche l’ambiente e gli animali.
Attraverso i nuovi mezzi di informazione e comunicazione, si ha dunque la possibilità di essere informati su cosa accade anche a migliaia di chilometri da noi, e la conoscenza porta a una sensibilità e umanità maggiore rispetto a quando si sapeva di meno. L’emergenza inquinamento inoltre spinge a cercare soluzioni per salvaguardare luoghi meravigliosi, specie vegetali che stanno scomparendo, e di conseguenza gli animali in via di estinzione.