Schede Libri

  • Materia: Schede Libri
  • Visto: 16608
  • Data: 17/11/2011
  • Di: Redazione StudentVille.it

Agatha Christie, Sangue sul lastricato

Sangue sul Lastricato: riassunto e analisi del romanzo di Agatha Christie, per una comprensione completa dell'opera.

Sangue sul Lastricato di Agatha Christie: riassunto e analisi

Un gruppo di partecipanti con ambizioni da detective tenta di svelare i misteri legati ad una storia che solo il narratore conosce.
La storia di Joyce è accaduta cinque anni fa in un paesino della Cornovaglia, Rathole, dove si era recata per dipingere.
Quando trovò il soggetto ideale, una locanda antica di nome “lo stemma di Polhorwith”, una macchina si arrestò proprio lì davanti. Dalla vettura scesero gli occupanti, un uomo e una donna.
Successivamente l’uomo risalì in macchina e con grande piacere di Joyce parcheggiò sul lungomare.

Poco tempo dopo sopraggiunse un’altra macchina dalla quale scese una donna alquanto bizzarra. A Joyce giungevano pochi frammenti dei loro discorsi dai quali capì che l’uomo, Denis, la moglie, Morgery e l’altra donna, Carol avevano intenzione di visitare una famosa grotta e di fare dei bagni al mare.

Dopo una discussione sul mezzo da utilizzare per raggiungere la grotta decisero che Denis e Morgery sarebbero andati in barca e che Carol sarebbe andata a piedi.
Sentendo parlare di bagni anche a Joyce venne voglia di nuotare così ripose gli arnesi e andò su una spiaggia, che conosceva solo lei, di fronte alla grotta.
Tornata nel pomeriggio Joyce riprese il dipinto dello stemma e capì che la comitiva era tornata dall’escursione perché due costumi, uno rosso e uno blu, pendevano dal davanzale.
Appoggiato a una delle colonnine della locanda apparve un pescatore dalla lunga barba nera. Joyce capì che era il personaggio mancante nel suo quadro così cominciò a dipingerlo.

Il pescatore si avvicinò e cominciò a raccontare la storia della distruzione del villaggio. Dal racconto Joyce apprese che il padrone della locanda era stato l’ultimo ad essere ucciso, era stato trafitto sulla soglia della locanda dalla spada di un capitano spagnolo, il suo sangue si era sparso sul suolo e per un secolo nessuno riuscì a lavarlo.
Per tutto il tempo della storia Joyce continuava a dipingere e ad un tratto si accorse che, distratta dalle parole del pescatore, aveva disegnato qualcosa che non c’era. Sul bianco riquadro del lastricato dove il sole cadeva davanti alla parete della locanda, aveva dipinto delle macchie di sangue.

Era incredibile che la mente potesse giocare scherzi così ma Joyce notò che vedeva lo stesso le macchie.
Chiese al pescatore se le vedesse anche lui, ma conosceva già la risposta.
Mentre Joyce fissava la strada con aria perplessa vide Denis e Morgery che, preoccupati per il ritardo di Carol chiedevano al pescatore se c’era qualche pericolo in cui la donna potesse incappare, dopo di che salirono in macchina.

Quando se ne andarono Joyce esaminò accuratamente il lastricato, non c’era nessuna macchia di sangue! Nello stesso istante il pescatore le raccontò una credenza popolare secondo la quale entro 24 ore dalla comparsa delle macchie di sangue sarebbe morto qualcuno.
Joyce prese gli arnesi e mentre era in procinto di allontanarsi vide Carol con un cappello color sangue, ormai ne era ossessionata.

A questo punto il racconto si interrompe e gli aspiranti detective cominciano a formulare le loro ipotesi. Secondo Raymond West le macchie erano dovute ad una indigestione.
Il racconto continua con la notizia della morte di una donna. Morgery.
Lei e suo marito alloggiavano alla locanda del posto lei voleva nuotare, e nonostante il vento freddo era scesa in spiaggia da sola. Il marito era andato a giocare a golf e non vedendola tornare era andato a cercarla trovando solo i suoi vestiti su uno scoglio.
Il cadavere fu ritrovato solo una settimana dopo, proprio 24 ore dopo che Joyce aveva visto le macchie di sangue.

Dei partecipanti al gioco solo Miss Marple intuì la verità. Joyce aveva visto le gocce di sangue che cadevano sul lastricato dal costume da bagno rosso appeso sopra e dato che era rosso nessuno si rese conto delle macchie di sangue.
Il racconto prosegue, passa un uomo mentre Joyce era in una piccola stazione climatica sulla costa, quando le parve di rivivere una situazione già nota.
Un uomo e una donna salutavano un’altra donna, Carol. Lui era lo stesso Denis, ma la moglie era diversa.

Joyce andò di filato alla stazione di polizia dove scoprirono dei tristi avvenimenti. Denis non era il suo vero nome, egli sposava ragazze giovani e le convinceva a stipulare una fruttuosa assicurazione sulla vita. Carol era la sua vera moglie e agivano in coppia. 
Lui andava in un piccolo paesino con la nuova moglie, poi si recavano a fare il bagno insieme. La moglie veniva assassinata e Carol prendeva il suo posto.
I due avevano compiuto diversi omicidi intascando ingenti somme di denaro. Ma ora erano stati scoperti e i loro piani erano saltati, questa volta per sempre.
 

Guide e schede libro svolte: tutte le risorse

Per svolgere al meglio i tuoi elaborati trai spunto dalle nostre schede libro svolte e scopri tutti i consigli e le dritte: