Scienze

  • Materia: Scienze
  • Visto: 5766
  • Data: 2005
  • Di: Redazione StudentVille.it

Il DVD

Caratteristiche principali di un DVD.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Il DVD rappresenta probabilmente l'unica vera novità nel settore delle tecnologie avanzate applicate all'informatica ed all'industria dell'elettronica di consumo da almeno una decina di anni.
E' logico che una rivoluzione di tale genere abbia "solleticato" l'interesse dei maggiori produttori mondiali di hardware e software che per il prossimo futuro prevedono di trarre enormi vantaggi dall'impiego delle caratteristiche dei DVD nella realizzazione dei propri prodotti. lntel e Microsoft sono state tra le prime società dei mondo informatica ad annunciare lo sviluppo di tool software ed estensioni dei propri chip capaci di sopportare il DVD.

Lo scorso 6 gennaio la Microsoft ha annunciato il supporto dei DVD nelle future versioni di Windows e Windows NT mediante una serie di driver e API ActiveMovie e DirectDraw.  Tra le caratteristiche dei nuovi driver saranno contemplati il supporto dei file system UDF e l'interfaccia ActiveMovie 2.0 per la decodifica dei dati MPEG2 presenti sul DVD.
Microsoft ha anche annunciato la collaborazione con Mediamatics a sua volta impegnata nella realizzazione di un player DVD software. Sul fronte dell'hardware le sezioni Developer Relations Group (DRF), Piatform Architecture Labs (PAL) e Desktop Products Group (DPG) di lntel, con l'introduzione delle estensioni MMX ed il supporto di software house indipendenti (CompCore Multimedia), hanno definito quali saranno le strategie future di sviluppo dei multimedia sui sistemi OEM a base lntel.  Tra i marchi più prestigiosi che adotteranno per primi la tecnologia MMX figura Compaq che ha già annunciato di considerare l'implementazione dei DVD sui propri sistemi come il successivo passo strategico.

Il futuro dei DVD è comunque legato anche allo sviluppo di altre tecnologie correlate. Ad esempio, l'aumento della capacità di memorizzazione deriva anche dalla possibilità di poter utilizzare un laser a lunghezza d'onda inferiore rispetto al passato capace per questo di incidere "pit" di dimensioni ulteriormente ridotte; ciò significa che, se in futuro saranno resi disponibili laser a luce visibile con lunghezza d'onda ancora inferiore a quella attuale (già si parla di laser a luce verde e blu con lunghezze d'onda comprese tra 520 e 460 nanometri), si potrebbe giungere a realizzare supporti derivati dal DVD con una capacità teorica di memorizzazione di oltre 50 Gigabyte!!!

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file