Seicento e Settecento

  • Materia: Seicento e Settecento
  • Visto: 22000
  • Data: 2004
  • Di: Redazione StudentVille.it

Preromanticismo

Nascita e sviluppo del Preromanticismo.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Già nella seconda metà del Settecento si manifestano in letteratura aspetti nuovi, pur entro l’atmosfera ancora illuministica: tali aspetti, segni di nuova sensibilità, vengono comunemente sintetizzati dalla critica sotto la denominazione di preromanticismo, termine che fu coniato dalla critica recente che raggruppa non un movimento ma un gruppo di poeti e scrittori di varie nazioni.

Autori e correnti: riaffiora e sempre più predomina il sentimento sulla ragione. Stati d’animo inquieti, malinconici, pessimistici. Senso della notte (contemplazione, meditazione); senso della morte (contemplazione, meditazione); senso del mistero predilezione per paesaggi tenebrosi e sconvolti; amore per il primitivo (Omero); indefinito abbandono al fantastico e al patetico sentimentale; meditazioni religiose.

Nei preromantici e nei neoclassici, (atteggiamenti solenni e statuari, cioè in modi passionali superati in alta serenità) essi rimangono, per ora, solo in superficie, non si approfondiscono sino a costituire una concezione (dolorosa) della realtà; questo, l’approfondimento, il chiarimento, l’organamento di elementi spirituali che dà luogo ad una concezione della realtà nuova e diversa, sarà proprio del Romanticismo; ciò che quindi distingue il Preromanticismo in superficie (nella sensibilità in contrasto con la dominate, ancora, mentalità, razionalistici: sensibilità malinconica e pessimistica, contemplazione, e ritorno alla natura, paesaggi vaghi e tenebrosi, meditazioni sulla morte).

A. Preromanticismo in Inghilterra: poesia notturna; sepolcrale; ossianica.

B. Preromanticismo in Francia: Roussau (esaltazione stato di natura contro ragione e cultura); per lui natura non vuol dire più ragione, ma sentimento. La scienza non è ujn bene, ma il peggior male. La felicità nell’abbandono degli istinti primitivi.

C. Preromanticismo in Svizzera: poesia campestre (Idilli di S. Gesner).

D. Preromanticismo In Italia: Arcadia lugubre e preromantica, traduzioni ossianiche del Cesarotti; poesia notturna del Verri e del Adertola (Notti clementine); poesia campestre del Pindemonte; poesia sepolcrale del Pindemonte.

E. Nota fondamentale che distingue il Preromanticismo dalla poesia illuministica: il fatto che non si accentra più la composizione poetica su un concetto, ma un sentimento. (Evidente, questo, in particolare nel Cesarotti)

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file