Servizi Importanti

  • Materia: Servizi Importanti
  • Visto: 4451
  • Data: 12/07/2011
  • Di: Redazione StudentVille.it

Frasi famose

Frasi famose dei filosofi.

Di seguito un elenco delle frasi famose e più significative di ogni tempo.

E' una bella prigione, il mondo. ( Shakespeare, Amleto )

La filosofia non serve a nulla, dirai; ma sappi che proprio perchò priva del legame di servitù è il sapere più nobile. (Aristotele)

Si possono concepire i filosofi come persone che compiono sforzi estremi per sperimentare fino a che altezza l' uomo possa elevarsi. ( Nietzsche )

Vuoi ottenere la vera libertà ? Renditi schiavo della filosofia. (Seneca)

Senza un avversario la virtù marcisce. ( Seneca ) 

Al saggio tutta la Terra è aperta, perchè patria di un' anima bella è il mondo intero. ( Democrito )

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca. (Heidegger)

Verum scire est scire per causas. (Aristotele )

Quando insegni, insegna allo stesso tempo a dubitare di ciò che insegni. (Ortega y Gasset)

Per chi intraprende cose belle, è bello soffrire, qualsiasi cosa gli tocchi. ( Platone )

La ragione umana viene afflitta da domande che non può respingere, perchè le sono assegnate dalla natura della ragione stessa, e a cui però non può neanche dare risposta, perchè esse superano ogni capacità  della ragione umana. (Kant)

La morte sorride a tutti; un uomo non può far altro che sorriderle di rimando. (Marco Aurelio)

Non devi adoperarti perchè gli avvenimenti seguano il tuo desiderio, ma desiderarli così come avvengono, e la tua vita scorrerà  serena. (Epitteto)

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità  umana e non sono sicuro della prima. (Einstein)

"Quanto manca alla vetta?" "Tu sali e non pensarci!" (F. W. Nietzsche)

E' comune defetto degli uomini, non fare conto, nella bonaccia, della tempesta. (Machiavelli)

Gli uomini, non avendo potuto guarire la morte, la miseria, l'ignoranza, hanno risolto, per vivere felici, di non pensarci. ( Pascal )

C'è nelle cose umane una marea che colta al flusso mena alla fortuna: perduta, l'intero viaggio della nostra vita si arena su fondali di miserie. (Shakespeare, Giulio Cesare)

Fortuna vitrea est; tum cum splendet, frangitur. (P. Siro)

La morte non va temuta perchè quando ci siamo noi non c'è lei e quando c'è lei non ci siamo noi. (Epicuro) La condizione dell'uomo è una condizione di guerra di ciascuno contro ogni altro. (Hobbes)

L'intelligenza è invisibile per l'uomo che non ne possiede. (Schopenhauer)

Illud te rogo atque hortor, ut philosophiam in praecordia ima demittas. ( Seneca )

Cos'è la giovinezza? Un sogno. Cos'è l'amore? Il contenuto del sogno. (Kierkegaard)

Negli stessi fiumi scendiamo e non scendiamo, siamo e non siamo. ( Eraclito )

Il mondo è stato fatto per l' uomo, e non l'uomo per il mondo. (F. Bacone)

Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza. ( Dante, Inferno XXVI )

Rem tene, verba sequentur. (Catone il censore)

Per scoprire l'autentica oggettività  del mondo l'uomo non deve pensare il mondo come una parte di sò, ma deve sentire se stesso come una parte del mondo. (Abbagnano)

Vivi ogni giorno della tua vita come se fosse l' ultimo. ( Seneca )

Non vivo ut edam, sed edo ut vivam. (Quintiliano)

La religione ò l'oppio del popolo. (Marx)

Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Solo gli imbecilli son sicuri di ciò che dicono. (Voltaire)

La religione è un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente. (Freud)

Homo sum: humani nihil a me alienum puto. (Terenzio)

Quanto piace al mondo è breve sogno. ( Petrarca )

Possiamo essere liberi solo se tutti lo sono. (Hegel)

Se ò vero che in ogni amico v'è un nemico che sonnecchia, non potrebbe darsi che in ogni nemico vi sia un amico che aspetta la sua ora? (Papini)

Non è felice chi non pensa di esserlo. (P. Siro)

Una rondine non fa primavera. (Aristotele, Etica)

Libertà  va cercando, ch' è si cara come sa chi per lei vita rifiuta. (Dante)

L'uomo ò nato libero e ovunque ò in catene. (Rousseau) Il linguaggio ò un labirinto di strade, vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un'altra parte e non ti raccapezzi più... (Wittgenstein)

La virtù non ha padroni: quanto più ciascuno la onora, tanto più ne avrà . ( Platone )

Non c'è nulla interamente in nostro potere, se non i nostri pensieri. ( Cartesio )

Che cos'è il tempo? Se non me lo chiedi lo so; ma se invece mi chiedi che cosa sia il tempo, non so rispondere. (Agostino)

Se un uomo parte con delle certezze finirà  con dei dubbi; ma se si accontenta di iniziare con qualche dubbio, arriverà  alla fine a qualche certezza. (F. Bacone)

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. (Karl Popper)

Etiam capillus habet umbram suam. (Siro)

L'uomo è condannato ad essere libero: condannato perchè non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perchè, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa. (Sartre)

Se segnassimo a caso dei punti su un foglio di carta, si potrebbe individuare sempre e comunque un'equazione matematica tale da rendere conto di quanto fatto. (Leibniz)

Per vivere soli bisogna essere o un animale o un dio, dice Aristotele. Manca il terzo caso: bisogna essere l'uno e l'altro, un filosofo. (Nietzsche)

Ci sarà  un buon governo solo quando i filosofi diventeranno re o i re diventeranno filosofi. (Platone)

Se ad un Dio si deve questo mondo, non ci terrei ad essere quel Dio: l'infelicità  che vi regna mi strazierebbe il cuore. (Schopenhauer)

Povera et nuda vai philosophia, dice la turba al vil guadagno intesa. (Petrarca)

Audaces fortuna iuvat. (Virgilio)

Riguardo agli dèi, non ho la possibilità  di accertare nè che sono, nè che non sono, opponendosi a ciò molte cose: l'oscurità  dell'argomento e la brevità  della vita umana. (Protagora)

Tutto ciò che è umano, comunque appaia, è umano soltanto perchè vi opera e vi ha operato il pensiero. (Hegel, "Lezioni di storia della filosofia")

Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già  di raccogliere certezze. (Bobbio)

Dio ci ha dato due orecchie, ma soltanto una bocca, proprio per ascoltare il doppio e parlare la metà . (Epitteto)

La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le osserva. (Hume)

L'uomo è misura di tutte le cose: di quelle che sono, per quanto sono, e di quelle che non sono, per quanto non sono. (Pratagora)

L'unica difesa contro il mondo ò conoscerlo bene. (Locke)

Chiedetevi se siete felici, e cesserete di esserlo. (John Stuart Mill)

La ricompensa per una cosa ben fatta ò averla fatta. (Emerson)

Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate. (Bertrand Russell)

Io, esule, non ho casa: sono stato gettato via verso l'infinito. (Schlegel)

Non è il mondan romore altro ch' un fiato / di vento, ch' or vien quinci e or vien quindi, / e muta nome perchò muta lato. ( Dante )

Ricordati che sei nato mortale di natura e hai avuto un tempo limitato: ma con i tuoi ragionamenti sulla natura sei assurto all'infinità  e all'eternità , e hai contemplato le cose che sono, che furono e che saranno. (Metrodoro)

Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già  alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata. (Seneca)

Chi cerca conferme le trova sempre. (Popper)

Essere libero è nulla, divenirlo è cosa celeste. (Fichte)

Non esistono fatti, ma solo interpretazioni. ( Nietzsche )

Tutto è follia fuorchè il folleggiare. Tutto è degno di riso fuorchè il ridersi di tutto. (Leopardi)

La stoltezza ha questo di proprio: ricomincia sempre da capo la vita. ( Epicuro )

Frustra fit per plura quod fieri potest per pauciora. ( Guglielmo di Ockham )

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Nietzsche)

L'uomo ha bisogno di quello che ha in sò di peggiore per raggiungere ciò che di migliore esiste in lui. (P. Coelho).

Non si piange sulla propria storia, si cambia rotta. (Spinoza)

Nessuno è così favorito da non avere accanto a sò, al momento della morte, qualcuno che gioisca del triste evento. (M. Aurelio) Lo scopo del lavoro ò quello di guadagnarsi il tempo libero. (Aristotele)

Cogito ergo sum. (Cartesio)

La gente esige la libertà  di parola per compensare la libertà  di pensiero, che invece rifugge. (Kierkegaard)

La filosofia non è un tempio, ma un cantiere. (Georges Canguilhem)

Non è il caso nè di avere paura nè di sperare, bisogna cercare nuove armi. (Deleuze)

Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere. (Wittgenstein)

Se un uomo è gentile con uno straniero, mostra d'essere cittadino del mondo, e il cuor suo non è un'isola, staccata dalle altre, ma un continente che le riunisce. (Bacone Francesco)

La maggior parte degli uomini sono filosofi in quanto operano praticamente e nel loro pratico operare è contenuta implicitamente una concezione del mondo, una filosofia. (Gramsci)

La matematica non possiede soltanto la verità , ma anche la bellezza suprema, una bellezza fredda ed austera, come quella della scultura. (Bertrand Russell) Intelligo ut credam, credo ut intelligam. (Agostino)

Ci vuole tutta la vita per imparare a vivere e, quel che forse sembrerà  più strano, ci vuole tutta la vita per imparare a morire. (Seneca)

L'unico modo per liberarsi da una tentazione è cederle. (O. Wilde)

Iudex damnatur, cum nocens absolvitur. ( Siro )

Se l'uomo distoglierà  dall'aldilà  le sue speranze e concentrerà  sulla vita terrena tutte le forze rese così disponibili, riuscirà  probabilmente a rendere la vita sopportabile per tutti e la civiltà  non più oppressiva per alcuni. (Freud)

Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice nella miseria. (Dante, Inferno V)

Non è vero che abbiamo poco tempo: la verità  è che ne perdiamo molto. (Seneca)

I filosofi hanno solo interpretato il mondo in modi diversi; si tratta però di mutarlo. ( Marx )

Uno è per me diecimila, se è il migliore. (Eraclito)

Credo quia absurdum. (Tertulliano)

L'uomo è un'inutile passione. (Sartre)

Nascentes morimur. (Manilio)

Non cantata, l'azione più nobile morirà . (Pindaro)

Il mondo nasce per ognun che nasce al mondo. (Pascoli)

Non men che saver, dubbiar m'aggrata. (Dante, Inferno XI)

Il sogno è il teatro dove il sognatore è allo stesso tempo sia la scena, l'attore, il suggeritore, il direttore di scena, il manager, l'autore, il pubblico e il critico. (Jung)

Il diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini. (Karl Kraus)

Anche un orologio fermo segna l'ora giusta due volte al giorno. (H. Hesse)

La cosa migliore è vivere nell'uguaglianza; il nome stesso della moderazione già  solo a pronunciarsi è bello; seguirla, poi, è quanto di meglio c'è per gli uomini. (Euripide, Medea)

Chi non conosce la verità  è soltanto uno sciocco; ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un malfattore. ( B. Brecht )

Se gli uomini non commettessero talvolta delle sciocchezze, non accadrebbe assolutamente nulla di intelligente. (Ludwig Wittgenstein)

Festina lente. ( Augusto )

L'uomo è un dio mancato. (Sartre)

L'evoluzione che porta dall'ameba all'uomo sembra essere evidentemente un progresso per i filosofi - ma si ignora se l'ameba sia d'accordo o no con questa opinione. (Bertrand Russell)

Spesso le idee si accendono una con l'altra, come scintille elettriche. (Engels)

Occhio per occhio... e il mondo diventa cieco. (Gandhi)

Perder tempo a chi più sa, più spiace. (Dante)

La bellezza è la miglior lettera di raccomandazione per una donna. (Aristotele)

Considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ciascuno deve recitare la sua parte. (Shakespeare)

Le idee non cascano dal cielo. (Antonio Labriola)

Est modus in rebus. (Orazio)

L'uomo è veramente uomo soltanto grazie alla cultura. (Hegel, "Lezioni di storia della filosofia")

Riconoscere sè stessi come individui può essere facile ma l'importante è riconoscere che sono individui anche gli altri. (Italo Calvino).

L' uomo è un cavo teso tra la bestia e il superuomo. (Nietzsche)

Tutto ciò che è stato scritto dagli uomini sulle donne deve essere ritenuto sospetto dal momento che essi sono ad un tempo giudici e parti in causa. (Kant)

Un esperto è una persona che sa sempre di più su sempre di meno, fino a sapere tutto di nulla. (Max Weber)

Non bisogna tenere in massimo conto il vivere come tale, bensì il vivere bene. ( Platone )

L'uomo è soltanto un errore di Dio? Oppure Dio è soltanto un errore dell'uomo? (F. Nietzsche)

Ci sono più cose in cielo e in terra che non ne sogni la tua filosofia. ( Shakespeare, Amleto )

Rendimi casto, ma non ora. (Agostino)

Non è irreligioso chi rinnega gli dei del volgo, ma chi le opinioni del volgo applica agli dei ( Epicuro )

Primum vivere, deinde philosophari. (Aristotele)

Iuvat meminisse beati temporis. (Ovidio)

Diffidate di un filosofo che sa di sapere. (Norberto Bobbio)

Il problema dell'umanità  è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi. (B. Russell)

Il falso è suscettibile d'una infinità  di combinazioni, ma la verità  ha solo un modo d'essere. (Rousseau)

Se c'è soluzione perchè ti preoccupi? Se non c'è soluzione perchè ti preoccupi? (Aristotele)

Che cosa è verità ? Inerzia; l'ipotesi che ci rende soddisfatti; il minimo dispendio di forza intellettuale. (F. Nietzsche)

Non esistono domande imbarazzanti, bensì risposte imbarazzanti. (O. Wilde)

Est proprium stultitiae aliorum vitia cernere, oblivisci suorum. (Cicerone)

La parola è un'ombra dell'azione. (Democrito)

Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo ò tutto quello che sanno. (Oscar Wilde)

Nessun piacere è di per se stesso un male: però i mezzi per procurarsi certi piaceri arrecano molti più tormenti che piaceri. (Epicuro)

Ante senectutem curavi ut bene viverem, in senectute ut bene moriam: bene autem mori est libenter mori. (Seneca)

Chi si accorcia di vent'anni la vita, accorcia di altrettanto la paura della morte. (Shakespeare, Giulio Cesare)

Il dolore non va temuto. Infatti se è intenso è breve, se è lungo non è intenso. (Epicuro)

Due cose riempono l'animo con sempre nuovo e crescente stupore e venerazione, quanto più spesso e accuratamente la riflessione se ne occupa: il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me. (Kant)

Impara tutto, vedrai che poi nulla è superfluo. (Ugo di San Vittore)

L'arte ò magìa liberata dalla menzogna di essere verità . (Adorno, "Minima moralia")

Anche sul trono più elevato del mondo si è pur sempre seduti sul proprio sedere. (Montaigne)

Il cuore ha ragioni che la ragione non conosce. (Blaise Pascal)

Entro i confini del mondo non vi può essere esilio di sorta: nulla infatti che si trovi in questo mondo è estraneo all'uomo. (Seneca)

Ascoltami: verso la morte sei spinto dal momento della nascita. Su questo e su pensieri del genere dobbiamo meditare, se vogliamo attendere serenamente quell'ultima ora che ci spaventa e ci rende inquiete tutte le altre. (Seneca)

Chi è incapace di vivere in società , o non ne ha bisogno perchè è sufficiente a se stesso, deve essere o una bestia o un dio. (Aristotele, "Politica")

Il divorzio risale probabilmente alla stessa epoca del matrimonio. Ritengo, comunque, che il matrimonio sia più antico di qualche settimana. (Voltaire) E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)

O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non ò possibile sconfiggere le idee con la forza, perchè questo blocca il libero sviluppo dell'intelligenza. (Che Guevara)

Ogni anima è uno specchio vivente dell' universo. ( Leibniz )

Chi pensa è immortale, chi non pensa muore. ( Averroè )

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare. (Seneca)

In qualsiasi genere di vita troverai diletti, svaghi e piaceri se saprai render leggeri i tuoi mali invece che renderli odiosi. ( Seneca )

La decisione cristiana di trovare il mondo brutto e cattivo, ha reso brutto e cattivo il mondo. (Nietzsche)

Memento audere semper. (D'Annunzio)

Il mondo non è senza Dio, Dio non ò senza il mondo. (Schleiermacher)

Iniuriam qui facturus est, iam facit. ( Seneca )

La speranza è il sogno di chi è sveglio. ( Aristotele )

Bene qui latuit, bene vixit. ( Ovidio )

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare. (Arthur Schopenauer)

Il supremo male che possa capitare ò commettere ingiustizia; non vorrei nè patirla nè commetterla, ma, fra le due, preferirei piuttosto patire che commettere ingiustizia. (Platone)

La prossima guerra mondiale sarà  combattuta con le pietre. (Einstein)

Vita, si uti scias, longa est. (Seneca)

La Chiesa è esattamente ciò contro cui Gesù predicò e contro cui insegnò ai suoi discepoli a combattere. (Nietzsche)

Il pensare è uno dei massimi piaceri concessi al genere umano. ( B. Brecht )

Nella sua arroganza l'uomo attribuisce la propria origine a un piano divino; io credo più umile e verosimile vederci creati dagli animali. (Darwin)

Chi non conosce la storia è costretto a riviverla. ( Anonimo )

Ogni vero uomo deve sentire sulla propria guancia lo schiaffo dato a qualunque altro uomo. (Che Guevara)

La vita può essere capita solo all'indietro, ma va vissuta in avanti. (Kierkegaard)

Coloro che vincono, in qualunque modo vincano, mai non ne riportano vergogna. (Machiavelli)

L'uomo è difficile da scoprire, ed egli è per se stesso la più difficile delle scoperte. (Nietzsche)

Ricordati che il miglior medico è la natura: guarisce i due terzi delle malattie e non parla male dei colleghi. (Galeno)

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà  porne uno. (Albert Einstein)

La ragione è, e deve solo essere, schiava delle passioni, e non può rivendicare in nessun caso una funzione diversa da quella di obbedire e di servire ad esse. (Hume)

Ciò che è razionale è reale; ciò che è reale è razionale. (Hegel)

Tutto ciò che può essere detto, può essere detto chiaramente. (Wittgenstein)

Se esiste un uomo non violento, perchè non può esistere una famiglia non violenta? E perchè non un villaggio? una città , un paese, un mondo non violento? (Gandhi)

Il giusto altro non ò che l'utile del più forte. (Trasimaco)

Non sarai mai felice se continui a cercare in che cosa consista la felicità . Non vivrai mai se stai cercando il significato della vita. (Camus)