Storia

  • Materia: Storia
  • Visto: 9773
  • Data: 2005
  • Di: Redazione StudentVille.it

Cronologia 1870-1950

Tabella cronologica del periodo che va dal 1870 fino al 1950.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Abstract - scaricare il file per l´appunto completo
1870: Seconda rivoluzione industriale caratterizzata dal forte rapporto scienza-industria: innovazioni tecniche, concentrazione industriale, taylorismo 1873: Grande depressione, concausa e in parte effetto della 2r.i., stimola il protezionismo e l'imperialismo(motivi politici di rivalsa, economici, culturali) [fine ottocento]: sviluppo della società di massa 1892: Primo ministero Giolitti, tentativo di conciliazione sociale, fasci siciliani 1903: Secondo ministero giolitti, tentativo fallito di alleanza con i socialisti, sciopero generale non represso 1904: guerra russo nipponica e sconfitta russa 1905: rivoluzione sedata in Russia 1906:Terzo ministero, legislazione sociale, risano del bilancio, tentativo di alleanza con la nascente forza cattolica 1911: Quarto ministero, nazionalizzazione delle assicurazioni, guerra libica (pace di Losanna), patto Gentiloni con i cattolici. Crisi marocchina Franco-tedesca, prima guerra balcanica contro la turchia 1913: Seconda guerra balcanica contro la grande Bulgaria 1914: Attentato di Sarajevo, dichiarazione di guerra dell'Austria alla Serbia, mobilitazione della Russia, della Germania e della Francia, divisione tra neutralisti ed interventisti in Italia. Guerra lampo tedesca ma arresto del fronte occidentale sul Somme e apertura del fronte orientale. 1915: Fronte italiano sull'Isonzo e sul Carso. Russi costretti a ritirarsi dalla Polonia e sconfitta della Serbia 1916: Battaglia di Verdun (1 milione di morti). Tentativo di sfondamento austriaco contenuti poi presso Asiago. Dimissioni di Calandra e governo di coalizione. Battaglia navale dello Jutland e sconfitta tedesca. 1917: Rivoluzione Russa: cauduta del regime zarista e governo di coalizione liberal moderato, ritorno di Lenin e tesi di Aprile, il giorno prima della riunione del congresso panrusso dei soviet assalto al palazzo d'inverno delle forze bolsceviche, appello alla pace e abolizione dei latifondi, elezioni per la costituente vedono i bolscevichi in minoranza e quindi prendono il potere di forza, pace con la Germania vista dall'Intesa come un tradimento. Intanto, entrata in guerra degli USA in risposta alla guerra sottomarina tedesca. Offensiva austriaca e disfatta di caporetto, nuovo fronte sul Piave 1918: Nascita dell'Armata rossa e guerra civile contro i bianchi sostenuti dalle potenze occidentali. Comunismo di guerra. Ultima offensiva tedesca che penetra fino ad Arras ma poi sconfitti ad Amiens iniziano ad arretrare. I generali scaricano le responsabilit sul governo di coalizione democratica. Controffensiva italiana e vittoria di Vittorio Veneto quindi armistizio di Villa Giusti. Gulielmo II fugge in Olanda, imitato da Carlo I, armistizio della Germania. 1919: Pace di Versailles, 14punti di Wilson e punizione della Germania (Diktat). I Bianchi perdono l'appoggio degli occidentali e vengono sconfitti. III internazionale con lo scopo di creare una rete comunista mondiale per la diffusione della rivoluzione. Nascita del partito popolare di Sturzo Nascita dei fasci di combattimento di Mussolini. Reggenza di Fiume e vittoria mutilata. Elezioni che segnano la sconfitta dei liberali e l'affermazione di popolari e socialisti. 1920: Governo di coalizione liberale presieduto da Giolitti che stipula il trattato di Rapallo con Fiume città libera, liberalizzazione del prezzo del pane. In Germania frammentazione delle forze politiche, peso delle riparazioni di guera e ondata di violenza dell'estrema destra contro le forze democratiche, inflazione. 1921: Sommosse contadine e approvazione della Nep. Nascita del PCI di Togliatti e Gramsci. Nascita del PNF e abbandonano il programma radical-democratico per fondarsi su strutture paramilitari in funzione antisocialista (risposta al biennio rosso) appoggiati da media e alta borghesia oltre che dai liberali che pensavano di utilizzarli per compensare la forza socialista. 1922: Stalin presidente del partito comunista. Sciopero nazionale in dif (segue nel file da scaricare)

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file