Storia Contemporanea

  • Materia: Storia Contemporanea
  • Visto: 78
  • Data: 29/05/2016
  • Di: Angela Ardizzone

La guerra in Vietnam: riassunto

Le tappe principali della guerra in Vietnam alla luce della guerra fredda.

LA GUERRA IN VIETNAM: RIASSUNTO. Nel 1954 la conferenza di Ginevra pose fine alla guerra in Indocina, scatenata dalla Francia per riprendere il controllo della zona. Dalla conferenza l'Indocina uscì divisa in:

  • Vietnam del Nord con capitale Hanoi, filocomunista
  • Vietnam del Sud, con capitale Saigon, filoamericana
  • Regni di Cambogia e Laos
     

VIETNAM DEL NORD E VIETNAM DEL SUD. La tendenza comunista del Vietnam del nord, governato da Ho Chi Min e la presenza al Sud dei Vietmin (lega per l'indipendenza) spinse gli Stati Uniti ad aumentare la propria presenza nel Vietnam. La zona era un nodo fondamentale per evitare l'espansione dell'URSS n Asia. Gli USA allora intervennero con il pretesto di aiutare il dittatore del Vietnam del Sud, Diem. Nel Vietnam del Sud era sorto il Fronte di Liberazione nazionale contro il governo filoamericano e aiutato dalle truppe del Nord. Nel paese allora ci fu il caos e la situazione rimase così per un po' di tempo

Nel 1964 un incidente navale nel golfo di Toncino fornì la scusa al presidente Johnson per l'intensificare l'invio di truppe e bombardamenti al Nord. La spedizione fu però disastrosa.

Nel 1970 il presidente Nixon decise di invadere Laos e Cambogia.

Nel 1975 le truppe del Vietnam del Nord entraronono nella capitale del Sud, Saigon, e il Vietnam del Sud si arrese. Il Vietnam venne riunificato con un governo comunista. Questa fu la prima grande sconfitta degli Stati Uniti.