Temi Svolti per la Maturità

  • Materia: Temi Svolti per la Maturità
  • Visto: 8332
  • Data: 17/02/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tecnologia e creatività

Tema svolto sulla tecnologia e creatività.

TEMA DI ATTUALITA' SU TECNOLOGIA E CREATIVITA': TRACCIA. Una caratteristica principale della tecnologia è la creatività. Grazie infatti ad invenzioni innovative il progresso tecnologico ha compiuto passi da gigante nel corso degli ultimi anni. Descrivi in che modo la creatività ha preso piede nel mondo del mercato e in particolare delle aziende.

TEMA SVOLTO SULLA CREATIVITA': SVOLGIMENTO. Molto spesso oggi si parla di creatività come ricombinazione intelligente di conoscenza già presente, che considera l’ambito aziendale uno dei basilari e più ampi campi di azione. Si parla di nuove forme di strutturazione aziendale, utilizzazione di prodotti esistenti per assecondare nuove domande, avviamento di nuovi mercati.
L’innovazione influenza sul modo di agire, crescere, rivaleggiare o collaborare delle varie imprese. Ciò che più conta oggi nella competizione economica mondiale non è tanto la possibilità di sfruttamento di materie prime, quanto la disponibilità di capitale umano, di idee e di capacità innovativa. Quest’ultima ha avuto sempre un ruolo importante, ma negli ultimi tempi lo è stata ancora di più: la creatività umana è addirittura la fonte del vantaggio concorrenziale. Tecnologia, talento e pazienza fusi insieme danno vita alla creatività per trasformare. Non bisogna sprecare il talento umano, ma cercare di valorizzarlo e ricompensarlo, a partire dal mondo dell’università.
Quando si parla di innovazione nelle aziende si intende una certa forma di mutamento che generi non solo progressi, ottimizzazione di prezzi, di vendite e di performance, ma che incrementi anche la competitività. Ogni trasformazione è già innovativa di per sé stessa, ma nelle imprese i cambiamenti divengono innovazione quando accresce la capacità di concorrere sui mercati.
Spesso l’innovazione viene accostata solo alla tecnologia, ma la creatività parte innanzitutto dalla mente umana. Le relazioni umane non si possono sostituire, perché nei momenti risolutivi, quando le imprese si incontrano per realizzare un progetto collettivo, è essenziale avere chi possiede la capacità di fare un progetto, negoziare, incrementare le relazioni e comunicazione.
La creatività ha bisogno di attenzione sia alle tecnologie che alle strategie, ed è perciò indispensabile che un’azienda, che aspira ad essere veramente innovativa, sia dotata delle capacità di comprendere le tecnologie ed inserirle al suo interno, di interpretare le scene in cui si sposta e di relazionarsi con il consumatore. Solo tramite relazioni interpersonali tra individui con capacità veramente elevate è possibile intravedere possibilità di un cambiamento e miglioramento. Non sussiste perciò tecnologia che non necessiti di un sostegno costituito da impegno, capacità, motivazione e risolutezza di chi lavora. Nessuna invenzione tecnologica potrebbe accrescere la competitività se dovesse mancare anche solo una di queste caratteristiche, che consistono esclusivamente nelle risorse umane. Si tratta di un processo progressivo e continuo, che si basa su un piano di sviluppo, che consenta all’impresa di servirsi dei vantaggi offerti dalle tecnologie, raggiungendo così i propri obiettivi. L’azienda davvero innovativa non crea eccessive metamorfosi, non realizza progetti grandiosi ogni tanto per poi fermarsi per tanti anni. L’impresa innovativa realizza rinnovamenti nel corso dei giorni costantemente e in modo dinamico.
Per fortificare e sorreggere le migliori capacità innovative e creative di aziende, università, amministrazioni pubbliche, enti o singoli creatori, soprattutto con lo scopo di incoraggiare la crescita della cultura della creatività nel nostro Paese, viene conferito il “Premio nazionale per l’innovazione”. E’ un’idea del Governo italiano, promossa con un decreto nel 2008, proponendo anche la Giornata nazionale dell’innovazione. Il premio, consegnato per la prima volta nel 2009, è istituito e approvato dal Presidente della Repubblica, indirizzato ai migliori innovatori. Il conferimento del premio di solito è seguito da una motivazione, che brevemente esplica cosa vuol dire innovare nell’ambito delle imprese.
Nel caso della premiata Iveco Spa, per esempio, il premio è stato motivato dal fatto che grazie all’innovazione, l’azienda è stata capace di affrontare meglio, rispetto alla concorrenza, le conseguenze della contrazione del mercato, e raggiungendo una posizione ragguardevole nella
competizione. Al Gruppo Loccioni, invece, è stata riconosciuta la capacità di “aver fatto della creatività e dell’innovazione l’elemento portante del proprio successo nel rispetto di valori fondamentali quali la gestione dei rapporti umani e il rispetto dell’ambiente”.
E’ giusto premiare la creatività e l’intuizione delle imprese, ed è giusto anche valorizzare e dar spazio a menti giovani, che hanno idee nuove e un punto di vista più fresco nell’affrontare le situazioni. E’ in questo modo che si ha il progresso tecnologico.

Per altri temi svolti: Temi svolti attualità