Terza Prova - Chimica

  • Materia: Terza Prova - Chimica
  • Visto: 1771
  • Data: 16/04/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Le materie plastiche

Le materie plastiche sono utilizzate anche in campo artistico, descrivi cosa differenzia una plastica termoplastica da una plastica termoindurente.

In base al loro comportamento nei confronti della temperatura, le materie plastiche si classificano in termoplastiche e in termoindurenti.

Le termoplastiche sono delle resine polimeriche che diventano morbide se sono trattate termicamente e possono essere rimodellate. Quando si raffredda, la termoplastica s’indurisce assumendo una nuova forma. Durante questo processo le trasformazioni sono puramente fisiche, non si verifica nessuna rottura o formazione di legami chimici. Un nuovo trattamento termico della termoplastica consente un totale riutilizzo e rimodellamento del materiale. 

Una plastica termoindurente è un materiale (come la gomma) che assume una data forma, in seguito a un trattamento termico. Questo è un processo chimico irreversibile in cui si formano dei legami permanenti tra le catene molecolari del materiale. Questi ponti chimici danno al polimero una struttura tridimensionale, così come un maggior grado di rigidità rispetto a prima. Un nuovo trattamento termico della plastica termoindurente non romperebbe i legami, ma sarebbe la causa della distruzione del materiale. Questa è la ragione che rende questi materiali non riciclabili.