Terza Prova - Fisica

  • Materia: Terza Prova - Fisica
  • Visto: 4359
  • Data: 19/06/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Cos’è un elettroscopio e in quanti modi si può caricare?

Rispondi brevemente

L’elettroscopio è una ampolla in cui è realizzato il vuoto al suo interno è inserito un asse metallico, oro, che si divide all’estremità in due foglioline. L’asse termina dall’altro lato all’esterno dell’elettroscopio. Se abbiamo un elettroscopio scarico ed lo tocchiamo con un oggetto carico positivamente ,l’elettroscopio perde elettroni che passano nell’oggetto carico e una volta allontanato l’elettroscopio rimane carico positivamente. Un altro modo per elettrizzare un corpo è quello per induzione. In questo caso l’elettroscopio non viene toccato ma semplicemente si avvicina un oggetto carico. Le cariche negative si radunano verso l’oggetto positivo mentre l’altra parte dell’elettroscopio si carica negativamente. In questo caso il fenomeno sparisce allontanando l’oggetto carico.
Questo fenomeno avviene sia per cariche positive che per cariche negative.
In sostanza l’elettroscopio è uno strumento in grado di dimostrare che le cariche omologhe si respingono che le cariche si spostano verso gli oggetti carichi con cariche di segno opposto generando il fenomeno dell’induzione elettrica che è possibile caricare un oggetto per contatto con un altro oggetto carico allontanandolo poi dall’oggetto toccato.