Terza Prova - Fisica

  • Materia: Terza Prova - Fisica
  • Visto: 20893
  • Data: 19/06/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Differenze tra conduttori e isolanti

Conduttori e isolanti, quali sono le differenze fra queste due tipologie di materiali? Definizioni e spiegazione dettagliata degli elementi che li differenziano.

Conduttori e isolanti: differenza fra i due tipi di materiali

I materiali possono essere divisi in due grandi categorie: isolanti e conduttori.
Naturalmente non c’è una netta divisione tra i due gruppi anzi in realtà si deve parlare solo di buoni o cattivi conduttori (o isolanti). Per essi la legge di Ohm definisce la resistenza misurata in Ohm. Dal punto di vista microscopico nei conduttori gli elettroni che orbitano intorno ai nuclei sono liberi di muoversi e quindi il corpo è in grado di elettrizzarsi.
Negli isolanti invece gli elettroni sono più legati ai propri nuclei e quindi si muovono con difficoltà. Gli elettroni nei conduttori sono portatori di carica e si distribuiscono sulla parte esterna del conduttore.
È possibile evidenziare ciò caricando una sfera isolata e potando a contatto di essa due semisfere. Dopo il contatto la sfera risulterà scarica mentre le due semisfere saranno cariche. La distribuzione delle cariche è uniforme su una superficie come la sfera, ma si addensa nei punti a curvatura maggiore. Ad esempio se il conduttore ha una punta è tale l’addensamento di cariche che le stesse sfuggono provocando il fenomeno del potere disperdente delle punte.

Scopri le nostre risorse per lo studio della fisica: