Terza Prova - Latino

  • Materia: Terza Prova - Latino
  • Visto: 10655
  • Data: 08/05/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Dialogus de oratoribus di Tacito

Esponi brevemente il contenuto del Dialogus de oratoribus di Tacito.

Il Dialogus de oratoribus contiene un dialogo che si immagina avvenuto in casa del retore e tragediografo Curiazio Materno al quale Tacito dice di aver preso parte. Gli interlocutori sono Curiazio Materno, Marco Apro, Vipstano Messalla e Giulio Secondo. Si discute soprattutto di eloquenza. La discussione inizia con Apro e Materno che difendono la poesia e l’eloquenza. Con l’arrivo di Messalla si inizia a parlare della decadenza dell’oratoria. L’interlocutore afferma che l’oratoria è entrata in crisi perché non c’è più una buona educazione né privata né pubblica. La formazione dell’oratore, infatti, non è più accurata come un tempo e i maestri sono impreparati. A concludere il dialogo è Materno, portavoce del pensiero dello stesso Tacito. Egli sostiene che l’oratoria si può sviluppare solo nei paesi dove c’è la libertà o l’anarchia e che, quindi, essa nono può più essere praticata in una società tranquilla e ordinata come quella in cui si stava vivendo.