Terza Prova - Storia

  • Materia: Terza Prova - Storia
  • Visto: 3548
  • Data: 18/05/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Delinea le caratteristiche fondamentali della politica economica promossa dal democratico Roosvelt riassunta dall’espressione “New Deal”

Spiega in poche righe

Con la politica del New Deal Roosvelt intendeva rilanciare l’economia americana, scossa dalla crisi economica e finanziaria del 29, con una maggiore presenza dello stato nell’economia, coniugando ripresa economica e riformismo sociale. I più importanti provvedimenti furono presi nel primi cento giorni di presidenza e mirarono innanzitutto a bloccare la crisi in atto: ristrutturazione del sistema bancario; svalutazione del dollaro per favorire le esportazioni; sostegno ai disoccupati mediante sussidi; erogazione di prestiti per estinguere le ipoteche sulla casa.
In seguito Roosvelt emanò provvedimenti di natura strutturale, per rifondare su nuove basi l’assetto dell’economia americana: con l’Agricultural Adjustment Act si tentò di contenere la sovrapproduzione nel settore agricolo; con il Nira si cercò di limitare la concorrenza nel settore industriale e di tutela dei salari e dei lavoratori. Molto importante fu infine la creazione della Tenessee Valley Authority, ente preposto allo sfruttamento dell’energia idroelettrica dell’omonima valle, che aveva lo scopo di fornire energia a basso costo agli agricoltori. Un tale massiccio intervento dello stato nell’economia, se risollevò le sorti degli Usa, ebbe come contropartita un importante aumento della spesa pubblica.