Terza Prova - Storia

  • Materia: Terza Prova - Storia
  • Visto: 1753
  • Data: 13/04/2012
  • Di: Redazione StudentVille.it

Il corporativismo fascista, quale documento ne proclamava i principi?

Indica in 10 righe i principi del corporativismo fascista e quale documento ne proclamava i principi.

Il corporativismo fascista è una teoria ecomomica i cui principi sono espressi nella Carta del Lavoro, approvata la notte del 22 aprile 1927 dal Gran Consiglio del Fascismo. Il corporativismo fascista si poneva come alternativa ipotetica tra il comunismo e il capitalismo liberale. L'economia italiana veniva regolata dallo Stato fascista, e bisognava anteporre l'interesse nazionale a quello individuale.

La Carta del Lavoro era un manifesto composto da 30 assiomi: da 1 a 10 veniva definito lo Stato corporativistico, la sua organizzazione e le corporazioni, riconosciute dalla legge e che costituivano l'organizzazione unitaria delle forze di produzione; da 11 a 21 si stabiliva il contratto collettivo di lavoro e le garanzie di lavoro; da 22 a 25 si regolavano le funzioni dell'ufficio di collocamento; da 26 a 30 si stabilivano la previdenza, l'assistenza, l'educazione e l'istruzione.