Tesine

  • Materia: Tesine
  • Visto: 3453
  • Data: 2008
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tesina - Concezione materialistica della storia

il mio studio si compone di un'intervista al filosofo della scuola di milano fulvio papi, esperto della teoria marxiana della storia, e di un saggio breve atto a chiarire, riscoprire e contestualizzare, ora, nella contemporaneità in cui la globalizzazio

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Tesina: Umanistica[br] Di: alessandro L. [br] Tipo Scuola: Altri [br][br] [b]Abstract:[/b] [br]La concezione della storia proposta da Karl Marx e Friedrich Engels è, ancora oggi, molto dibattuta in ambito politico, scientifico e accademico. Da ciò si può dedurre l’importanza e rilevanza che il metodo materialistico dialettico assume nelle sue varie forme oggi, periodo storico di capitalismo globale e “totale”. La mia ricerca ha preso in considerazione la “teoria marxiana dello sviluppo tendenziale della storia dell’uomo”, nota anche come “concezione materialistica della storia”. Il mondo contemporaneo è anche il mondo del capitalismo che ha avuto come espressione teorica l’economia politica “borghese”, nato ufficialmente con la Rivoluzione Francese del 1789 Tra i tanti studiosi che hanno analizzato il capitalismo, inteso sia come modello teorico che come sistema economico reale, Karl Marx è il primo che, con approccio scientifico, ha messo in luce le leggi di questo sistema e la sovrastruttura culturale, ideologica e morale che ne consegue , arrivando a proporre una nemesi storica che, secondo il filosofo tedesco, è nella coscienza del proletariato intesa come coscienza universale per la liberazione dell’umanità dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo. Assieme alla presentazione della sua teoria scientifica, figlia dell’hegelismo di sinistra, dell’economia politica, del materialismo epicureo e del socialismo francese mi sembra importante presentare la vita di Marx, uomo sensibile e amico leale, studioso appassionato e, soprattutto, rivoluzionario. Tutti i grandi personaggi della storia del pensiero hanno, in un senso o nell’altro, una dimensione pubblica e quindi politica. Di Marx mi ha colpito profondamente la impostazione scientifica (e non morale, tendente a definire ciò che è bene o male) diretta a mettere in luce la natura della politica borghese e del capitalismo, il suo ruolo di rivoluzionario militante, la sua sensibilità per la filosofia antica e il ruolo fondamentale che egli oggi ha assunto nel dibattito scientifico. Il mio lavoro si compone, inoltre, di una video-intervista ad uno dei maggiori studiosi contemporanei di Karl Marx e del materialismo, utile a chiarire il ruolo della concezione materialistica della storia nel nostro presente.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file