Tesine

  • Materia: Tesine
  • Visto: 3845
  • Data: 2008
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tesina - Enrico Mattei

la vita di enrico mattei, quello che ha fatto e i dubbi sulla sua morte; il petrolio; la crisi energetica del 1973

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Tesina: Scientifica[br] Di: Riccardo D. [br] Tipo Scuola: Liceo Scientifico [br][br] [b]Abstract:[/b] [br]E’stato un imprenditore, partigiano, politico e uomo d'affari italiano. Per la sua attività Mattei fu insignito di diverse lauree honoris causa, della croce di cavaliere del lavoro e della Bronze Star Medal dell'Esercito statunitense (5 maggio 1945), nonché della Cittadinanza onoraria dal comune di Cortemaggiore. Da operaio a imprenditore di Stato Nato in una famiglia modesta, la sua formazione scolastica arrivo' solo fino alla 'sesta classe'; considerato non dimostrava costanza negli studi, fu avviato all'attività lavorativa dal padre, che lo fece assumere quale apprendista in una fabbrica di letti metallici. Qui avvenne il suo primo contatto con i prodotti chimici, in particolare vernici e solventi, per i quali dimostrò un particolare interesse, tanto che a soli venti anni riuscì a intraprendere la carriera dirigenziale in una piccola azienda, nella quale era entrato come semplice operaio. Trasferitosi a Milano inizialmente svolse l'attività di agente di commercio, sempre nel settore chimico e delle vernici, avviando poi a trenta anni una propria attività nel settore chimico, con la quale riscosse un certo successo sino a divenire fornitore delle Forze Armate. Si iscrisse al Partito Popolare Italiano, rimanendo sempre legato all'area democristiana, anche se aderì al Fascismo, a suo dire per poter continuare a svolgere le proprie attività imprenditoriali. Partecipò alla Resistenza come partigiano "bianco" (fra quelli, cioè, che si riferivano all'area politica cattolica), consolidando numerose relazioni sia con personaggi che in seguito, diventeranno persone di riferimento nell’ambito della politica, sia con compagni di resistenza che in seguito, da presidente dell’ENI, avrebbe utilizzato come scorta personale. Il 28 aprile 1945 fu nominato commissario liquidatore dell'AGIP, ente statale per la produzione (estrazione), lavorazione e distribuzione dei petroli, con incarico di liquidazione e chiusura dell'azienda pubblica. Tuttavia appena si fu insediato, ebbe modo di valutare le potenzialità di sviluppo dell'ente, convincendosi che avrebbe potuto essere una risorsa di grande utilità per il Paese. L’AGIP infatti aveva costituito la SNAM, società per gestire il mercato del gas e nel

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file