Tesine

  • Materia: Tesine
  • Visto: 6034
  • Data: 2008
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tesina: Il clima culturale di fine '800

si presenta il clima culturale di fine ottocento partendo dalla situazione europea fino ad arrivare a quella italiana. viene analizzata la rivoluzione impressionista che nacque in francia negli anni ’70 e che influenzò i successivi sviluppi dell’art

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Tesina: Umanistica[br] Di: Giulia F. [br] Tipo Scuola: Liceo Classico [br][br] [b]Abstract:[/b] [br]Il gruppo degli impressionisti, che rifiutava la pittura accademica e tendeva verso una pittura naturalistica e realistica, fu sempre rifiutato dai Salon, esposizione annuale istituzionale che costituiva all’epoca la più importante rassegna d’arte, per l’apporto rivoluzionario delle loro opere sia per quanto riguarda i temi (dai cafè e le ballerine di Degas alla folla dei boulevards parigini e le locomotive di Monet) che per quanto riguarda la tecnica pittorica. Il gruppo impressionista nacque come movimento di rinnovamento sostanzialmente tecnico influenzato sia dalla fotografia (che muoveva i suoi primi passi proprio in quel periodo) sia dalle teorie scientifiche della luce del chimico Chevreul. La loro prima mostra fu organizzata nel 1874 nello studio del fotografo Nadar, nella quale venne esposto il quadro che diede il nome all’intero gruppo: “Impressione: levar del sole” di Claude Monet: il critico Louis Leroy accolse con sarcasmo il titolo e la tecnica del dipinto, attaccando il carattere di approssimazione e indeterminatezza della tecnica pittorica, e usò il titolo della tela stessa per definire questo gruppo di artisti, con disprezzo, école impressioniste. Ma questa definizione piacque tanto agli artisti che se ne appropriarono. In questo quadro ci sono già molti degli elementi caratteristici della pittura impressionista: la luce è la vera protagonista, il colore è steso a tocchi e macchie e la sensazione visiva fa a meno della definizione degli oggetti e delle forme; la sensazione, o meglio l’impressione, suscitata dalla visione del quadro è data dalla sintesi di luce e di colore. Ed è una sintesi che si basa sulla percezione istantanea: riguarda un attimo fuggente, un istante dopo la visione può essere già diversa, perché la luce è cambiata e, con sé, anche la tonalità di colore che essa diffonde nell’atmosfera.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file