Tesine

  • Materia: Tesine
  • Visto: 6944
  • Data: 2008
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tesina - La solitudine di massa

la solitudine di massa: “paradosso moderno e postmoderno”, analisi di questo fenomeno, delle cause sociali e degli effetti sulla psiche umana, nella modernità e nella postmodernità.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Tesina: Umanistica[br] Di: Cecilia V. [br] Tipo Scuola: Liceo Scientifico [br][br] [b]Abstract:[/b] [br]La solitudine di massa è un fenomeno che tocca la nostra società e vita quotidiana più di quanto si pensi. A una prima impressione unire solitudine e massa sembra un ossimoro, un’incongruenza: com’è possibile provare un senso di solitudine mentre siamo circondati da altre persone e inseriti in un contesto sociale? Eppure la solitudine di massa agisce proprio in questo senso, come “paradosso moderno e postmoderno”. Ho scelto, per cominciare, di esaminare e descrivere questa nuova manifestazione della vita umana in chiave sociologica e psicologica. Ho iniziato – seguendo il saggio Capire la società contemporanea di Daniele Ungaro – da un inquadramento storico-sociale delle trasformazioni sociali, economiche e culturali, realizzatesi a partire della società moderna fino alla società postmoderna all’interno di un processo di modernizzazione. Successivamente ho focalizzato la mia analisi sugli effetti che tali trasformazioni sociali, economiche e culturali hanno avuto e hanno sulla psiche degli individui, sottolineando le differenti modalità in cui essi si manifestano nella modernità e nella postmodernità. Mi sono quindi approcciata a Zygmunt Bauman con il suo saggio La società dell’incertezza per quanto concerne la dettagliata descrizione del senso di paura e delle sue molteplici declinazioni. Per quanto riguarda la filosofia ho voluto parlare, prima, di due fondamentali esponenti della Scuola di Francoforte, Horkheimer e Adorno, per la rilettura del mito di Odisseo all’interno del saggio La dialettica dell’Illuminismo, nel quale riflettono sul destino dell’uomo occidentale che porta a termine il progetto di asservimento della natura soltanto rinunciando a se stesso; infine della corrente esistenzialista e, soprattutto, della prospettiva heideggeriana, nell’analisi delle possibilità che si danno all’uomo moderno (e postmoderno): l’esistenza autentica e l’esistenza inautentica. Ho poi approfondito l’argomento della solitudine di massa con una documentazione sulle nuove tossicodipendenze, seguendo una mia ipotesi – in riferimento alla crescita del commercio di una nuova droga, la Ketamina,

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file