Tesine

  • Materia: Tesine
  • Visto: 20728
  • Data: 2008
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tesina: l'Italia da paese di emigranti a paese di immigra

la tesina si prefigge di analizzare le tappe che hanno portato l'italia dall'essere paese di emigranti a paese di immigrati

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Tesina: Umanistica[br] Di: zaira C. [br] Tipo Scuola: Liceo Scientifico [br][br] [b]Abstract:[/b] [br]ETIMOLOGIA DEL TERMINE EMIGRAZIONE Etimologicamente il termine emigrazione indica l’abbandono dell’ambiente di origine da parte di popolazioni o di individui considerati singolarmente o come gruppi sociali,allo scopo di stabilirsi in un nuovo territorio o ambiente,definitivamente e in alcuni casi temporaneamente. L'emigrazione è un fenomeno demografico caratterizzato dallo spostamento di grandi masse di popolazione da uno Stato a un altro o da una regione all'altra di una stessa nazione. In genere i fenomeni migratori sono motivati da uno squilibrio fra popolazione e risorse. Chi non trova dove è nato possibilità di lavoro sufficienti a permettergli una vita decorosa, si sposta dove ritiene che esistano maggiori possibilità di lavorare e condizioni di vita favorevoli. TIPI DI EMIGRAZIONI Le emigrazioni, con riferimento alla loro durata, possono essere distinte in emigrazioni stagionali, temporanee o definitive. Le emigrazioni temporanee possono essere distinte a loro volta da quelle definitive solo a posteriori in quanto possono coprire periodi estremamente differenziati, cioè mesi,anni,decenni. Le emigrazioni sul piano giuridico possono,invece,essere individuate come emigrazioni interne.Questa distinzione risulta anch’essa, in casi,essere un principio classificatorio del tutto insufficiente, poiché non tiene conto delle reali distanze geografiche e della portata dei mutamenti di stile di vita. L’emigrazione interna,infatti da un lato,pone sullo stesso piano il trasferimento di un’analoga famiglia dalla costa atlantica degli Stati Uniti verso la California,in cerca di nuove terre da coltivare o miniere di metalli preziosi da sfruttare;dall’altro lato,l’emigrazione internazionale riunisce in una stessa categoria le migrazioni di grandi masse con quelle dei piccoli gruppi di lavoratori stagionali che soprattutto in passato emigravano temporaneamente dai loro paesi di origine seguendo la stagione agricola o quella turistica. Un’altra distinzione può essere fatta tra emigrazione coatta e volontaria. Nel primo caso si tratta di espulsione forzata dal paese di origine di individui da parte di autorità politiche o religiose;nel secondo caso si tratta della libera scelta da parte di questi soggetti di andare alla ricerca di una nuova sede ove poter condurre una vita migliore.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file