Tesine

  • Materia: Tesine
  • Visto: 5750
  • Data: 2008
  • Di: Redazione StudentVille.it

Tesina - Notturno

tesina multidisciplinare con trattazione approfondita di tutte le materie curricolari. inoltre comprende particolari approfondimenti musicali (musica classica),cinematografici e scientifici.

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file

Tesina: Umanistica[br] Di: chiara D. [br] Tipo Scuola: Liceo Scientifico [br][br] [b]Abstract:[/b] [br]Introduzione al percorso L’idea di relazionare un percorso disciplinare sul tema del notturno è nata per caso, o meglio, in un momento in cui non pensavo alla scuola. Da diversi anni frequento il conservatorio di musica nella classe di pianoforte e Chopin, col tempo, è diventato il mio “pane quotidiano”. La sua musica mi appassiona, mi affascina, mi entusiasma, soprattutto i suoi valzer e i suoi notturni. Proprio suonando un notturno è nata l’idea di questa tesina e subito, spontaneamente, ho trovato i collegamenti con le altre materie, in modo da creare un lavoro che avesse come caratteristica la multidisciplinarietà. In particolare, ho scelto di iniziare spiegando brevemente cos’è il notturno come forma musicale, passando all’analisi di alcuni versi di Leopardi, Pascoli, D’Annunzio e Ungaretti con uguale tema, considerando la poesia come un’arte, come una musica che avvolge l’immaginario poetico. Ho poi analizzato il tema della notte da un diverso punto di vista, attraverso Petronio, il celebre poeta latino del I secolo d.C. e un passo della sua opera, il Satyricon e, in particolare, la favola milesia della Matrona di Efeso, di ambientazione notturna e anche un altro brano di chiara impronta folkloristica (legato al tema dei lupi mannari). Il tema della notte è spesso associato ai sogni e a ciò che essi riescono a trasmetterci: Freud li studiò e ne trasse importanti conclusioni, soprattutto per la cura dei suoi pazienti. Il sogno, inoltre, è anche fonte di ispirazione letteraria: si pensi a Coleridge e a una delle sue opere, il “Khubla Kan”; o ancora, il sogno è magia, come per Shakespeare in “Sogno di una notte di mezza estate”, una delle sue più belle commedie, apprezzata ancora oggi. Tuttavia, non mi sono soffermata esclusivamente al tema della notte: ho preso in considerazione anche il suo opposto, il giorno e, quindi, la luce. Ho pensato di inserire un’opera d’arte che, a mio avviso, rispecchia perfettamente questo rapporto intrinseco fra giorno e notte. Si tratta del dipinto “Impero della luce” di Magritte, e poi, ancora, “Notte stellata” di Vincent Van Gogh. Anche nella Divina Commedia c’è la

Appunto completo all'interno del file da scaricare.

Scarica il file